• Home / CALABRIA / Bambini senza sindaco: in Calabria 56 Comuni sciolti per mafia
    Save the children 6° Atlante dell'infanzia a rischio - Mappa minori senza consigli comuni sciolti per mafia

    Bambini senza sindaco: in Calabria 56 Comuni sciolti per mafia

    In Calabria i comuni sciolti per mafia sono 56, la maggior parte nel reggino, dove le amministrazioni sciolte sono 31 e la percentuale di minori, sul totale dei minori per provincia, che risiedono in questi comuni raggiunge il 64%. Subito dopo Vibo Valentia con 13 Comuni, Catanzaro (6) e poi Cosenza e Crotone (3).
    Secondo quanto rilevato nell’“Atlante dell’Infanzia (a rischio) Bambini senza. Coordinate e cause delle povertà minorili” presentato ieri a Roma, oltre 500 mila bambini e ragazzi vivono in un comune commissariato per mafia negli ultimi 17 anni…
    In Italia più di mezzo milione di minori – 546 mila per l’esattezza – vive in contesti ad alta densità mafiosa. Sono nati e cresciuti in uno dei 153 comuni sciolti negli ultimi 17 anni per “accertati collegamenti diretti o indiretti degli amministratori con la criminalità organizzata”. Il costo per l’infanzia della lunga mano delle mafie, e degli interessi illegali in genere, sulla cosa pubblica è incalcolabile. Speculazione e cemento cancellano paesaggi, aree verdi; la gestione clientelare dei servizi inquina il territorio, spegne l’illuminazione pubblica, svuota i rubinetti, trascura perfino le strisce pedonali, attenta alla salute e alla sicurezza dei più piccoli; l’ignavia di amministrazioni locali infiltrate e corrotte trascura politiche e servizi per l’infanzia alimentando gravi povertà educative.

    BAMBINI SENZA CONSIGLIO

    In Calabria i comuni con gravi problemi finanziari che hanno più di 5mila minori residenti sono 4. Tre capoluoghi di provincia, Reggio Calabria con 30.951, Cosenza (9.757) e Vibo (6.091), poi c’è il comune di Rende con 5.379. A Messina, invece, risiedono 38.918 minori.
    Sono invece 13 i Comuni calabresi con più di uno scioglimento per mafia dal ‘91 all’agosto 2015: Roccaforte del Greco (RC, 3 scioglimenti e 3 proroghe), San Ferdinando (RC, 3 scioglimenti e 2 proroghe), Taurianova (RC, 3 scioglimenti e 2 proroghe – Al voto in questi giorni), Melito di Porto Salvo (RC, 3 scioglimenti e 2 proroghe), Nicotera (VV, 2 scioglimenti e 2 proroghe), San Luca (RC, 2 scioglimenti e 2 proroghe), Platì (RC, 2 scioglimenti e 2 proroghe), Gioia Tauro (RC, 2 scioglimenti e 2 proroghe), Briatico (VV, 2 scioglimenti e 1 proroga), Cirò (KR, 2 scioglimenti e 1 proroga), Seminara (RC, 2 scioglimenti e 1 proroga), Rosarno (RC, 2 scioglimenti e 1 proroga), Africo (RC, 2 scioglimenti), Lamezia Terme (Cz, 2 scioglimenti). Inoltre più della metà dei minori residenti nella Locride abita in 13 comuni sciolti per mafia, mentre 4 comuni sono in dissesto e 3 in riequilibrio finanziario (Leggi il focus sulla Locride).

    (a cura di Clara Varano)

    Save the children 6° Atlante dell'infanzia a rischio - Mappa Minori in default