• Reggina, dove eravamo rimasti?

    11.504 erano le persone che hanno assistito dal Granillo a Reggina-Sudtirol. Praticamente tutte di fede amaranto, se si considera che non c’erano sostenitori altoatesini.

    Un numero che, già da solo, ha superato il record dello scorso anno. Nel giorno in cui arrivò Buffon c’erano circa 9.000 persone ad assistere al match tra gli amaranto ed il Parma. Era, però, ancora un periodo in cui la pandemia faceva paura, le capienze erano ridotte e le restrizioni davano non pochi disagi.

    12.046 erano, invece, gli spettatori che avevano assistito a Reggina-Monopoli dell’1 marzo 2020. Praticamente l’ultima partita prima che il Covid facesse chiudere gli stadi. A testimonianza di come, quando l’entusiasmo sale, Reggio è capace di grandi numeri.

    Sarebbero stati anche di più se la Reggina avesse potuto giocare le prime partite in casa, considerata la folta presenza di fuorisede rientrati per le feste a Reggio e dintorni.

    Nulla fa presagire che il dato si sarebbe abbassato se Reggina-Palermo si fosse giocata in un orario diverso da quello in cui è in programma. Si gioca sabato alle ore 14, orario e giorno complicato per molti. Si fosse giocata domenica sera sarebbe stato un altro spettacolo, anche perchè è lecito attendersi un migliaio di sostenitori rosanero al seguito degli amaranto.