• Home / Sport / Reggina / Reggina, piccola guida su come leggere la situazione di classifica

    Reggina, piccola guida su come leggere la situazione di classifica

    Si è concluso il ventiquattresimo turno di campionato. Nella giornata di domenica sono arrivati risultati che allontanano ulteriormente lo spettro retrocessione per gli amaranto, già ricacciato indietro con le tre vittorie consecutive.

    Leggendo la classifica, però, ci sono alcune cose da tenere sempre presente.

    Dopo averla letta, si devono aggiungere alcune note di seguito.

    Capitolo Salvezza  – La Reggina ha diciotto punti di vantaggio sulla retrocessione diretta. Ne ha nove di vantaggio sulla zona play out.  Ma attenzione: arrivando cinque punti sopra la quartultima, gli spareggi non vengono disputati.  La Reggina ha attualmente tredici punti di vantaggio sul Cosenza ed anche lo scontro diretto in casa. Attenzione, però, perché come è noto gli scontri diretti sono pur sempre un’arma a doppio taglio.  La fredda matematica, tuttavia, dice che basta fare anche otto punti in meno del Cosenza per non retrocedere.

    Attenzione al -2 – La Reggina, complice il mancato pagamento entro i termini di Inps e Irpef, rischia almeno due punti di penalizzazione (difficile si vada oltre, tenuto conto che la scadenza indicata è una, benché i bimestri sarebbero di più).

    La società confida in una proroga sulla base dell’oggettivo impedimento del presidente, in qualità di amministratore unico, ad effettuare i pagamenti.  Si tratta di una possibilità complicata, anche perché qualora dovesse arrivare è facile ipotizzare possa esserci  una vera e propria levata di scudi da parte delle altre società.

    Questo presuppone che si andrebbe avanti, in qualunque caso, con una sequenza di ricorsi e pronunciamenti destinati ad andare per le lunghe. Per evitare problemi di alcun tipo sarebbe meglio  fare più punti possibili (44-45 sul campo).  Un bottino di questo tipo (quindi ancora 12 punti)  equivarrebbe ad obbligare chi è in fondo alla classifica a fare più punti nelle restanti 14 partite di quante non ne abbiano fatti nelle precedenti 24.