• Home / CITTA / Catanzaro / Lo spettacolo per bambini “C’era una volta…Il Kamishibai” apre il Festival delle Arti della Magna Grecia

    Lo spettacolo per bambini “C’era una volta…Il Kamishibai” apre il Festival delle Arti della Magna Grecia

    Tutto pronto per la nuova edizione del Festival delle arti della Magna Grecia ideato e prodotto dall’Associazione culturale Arte e Spettacolo “Calabria dietro le quinte APS”, che dal 27 febbraio al 28 maggio animerà i principali teatri della città di Reggio Calabria con spettacoli di teatro classico greco, masterclass di recitazione e scrittura, seminari, incontri letterari e iniziative per i bambini.

    Il festival, con la direzione artistica dell’attore Gigi Miseferi, aprirà il sipario domenica 27 febbraio alle 18 al Teatro Metropolitano, in occasione del Carnevale, con lo spettacolo teatrale per bambini “C’era una volta…il Kamishibai” a cura della compagnia TeatroP con l’attrice Greta Bellometti e Giuseppe Ferrise, e la regia di Pierpaolo Bonaccurso.

    Uno spettacolo originale che utilizza l’antico metodo giapponese del Kamishibai per raccontare le storie.

    Un teatro fatto d’immagini: dove una valigetta in legno nella quale vengono inserite delle tavole stampate, rappresenta il filo conduttore per la narrazione teatrale arricchita di dettagli e particolari.

    Quante versioni di una stessa storia possiamo ascoltare? Vi siete mai chiesti cosa succede dopo il famoso “E vissero tutti Felici e Contenti…”? La trilogia del Kamishibai e altre storie” nasce proprio da queste domande. La storia di Cappuccetto Rosso è solo una delle avventure raccontate dalla narratrice. In questo spettacolo vi mostriamo come sono andate le cose secondo noi, quando Cappuccetto Rosso e la nonna si sono salvate. Sarà un gioco di contaminazioni narrative e stilistiche.

    Lo spettacolo sarà messo in scena dagli attori della compagnia Teatrop che da oltre quarant’anni è centro di ricerca e formazione teatrale con sede in Calabria. Dagli anni ottanta organizza importanti festival dedicati ai ragazzi e ai bambini come: il festival di teatro in strada “Teatroltre” e la rassegna di teatro per le scuole “Teatro Ragazzi”. In questi ultimi anni la produzione teatrale si è specializzata nel settore del Teatro per l’Infanzia e la Gioventù. Durante la tournée nazionale di Olèe, lo spettacolo vince il Premio Ribalta 2009 “Miglior Attrice”. Nel 2013 lo spettacolo La maledizione del sud è vincitore dei premi “Miglior Attore” e “Premio Giuria” al festival “AvantiAttori!”.

    Gli altri spettacoli del Festival prevedono la rappresentazione di opere tratte dai più grandi classici greci interpretate da artisti e compagnie nazionali e regionali. Al teatro Francesco Cilea andranno in scena le seguenti opere: il 12 marzo “Le fenicie di Euripide” con il drammaturgo e regista nazionale Gabriele Vacis e l’intervento dell’attrice Enrica Rebaudo; il 19 marzo lo spettacolo “Clitennestra” a cura della compagnia teatrale Dracma, il 9 aprile l’imagoturgia “Iphigenia in aulide” tratto dalla tragedia di Euripide interpretata dagli attori della Lenz Fondazione di Parma; il 22 aprile si terrà la prima nazionale dello spettacolo “Dike” interpretato dalle attrici Teresa Timpano e Francesca Ciochetti della compagnia Scena Nuda; infine, il 15 maggio andrà in scena l’opera “Semper Fidelis. Ovvero il vaso di Pandora” con la compagnia Teatro del Carro. Anche il cine teatro Metropolitano DLF ospiterà alcune recite teatrali: il 3 aprile si terrà lo spettacolo per bambini “La ragazza con l’arco – Atalanta” a cura di Spazio Teatro; il 30 aprile “L’antigone” di Sofocle con l’attrice Cecilia di Giuli del Teatro Europeo Plautino di Sarsina e infine, il 28 maggio l’opera originale “Mamè. Storie di Calabria” con la compagnia BA17. Gli spettacoli messi in scena si muovono tra la tradizione e l’innovazione, prediligendo testi che, da un lato, si inseriscono nel solco dei grandi antecedenti, rispettosi e riconoscenti del passato, dall’altro, sono capaci e si impegnano a guardare oltre per incentivare autentiche forme di promozione umana e di contemporaneità. Numerose anche le iniziative formative rivolte ad attori ed appassionati di teatro come: la masterclass di messinscena teatrale DRAŌ/DRAMA a cura della drammaturga Auretta Sterrantino dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa, la masterclass di recitazione teatrale “Immaginate che…” con il famoso attore cinematografico Piermaria Cecchini e il workshop di scritture del tragico a cura del docente del DAMS di Cosenza Carlo Fanelli.

    Il Festival è realizzato in partenariato con il Comune di Reggio Calabria e il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, con il patrocinio della Città Metropolitana di Reggio Calabria e il cofinanziamento della

    Regione Calabria “Avviso Interventi per la distribuzione teatrale 2020 PAC 2014/2020.

    Per assistere agli spettacoli è possibile acquistare gli abbonamenti fino al 4 marzo e i biglietti presso i punti di rivendita B’Art sul corso Garibaldi 325 e Bcenters in via Sbarre Centrali 260 Reggio Calabria, online sul sito www.liveticket.it/calabriadietrolequinte o presso il botteghino dei teatri tre giorni prima di ogni evento. Per informazioni e prenotazioni: e-mail info@calabriadietrolequinte.it – whatsapp 320.9778859 – telefono 347.9930588 e sul sito: www.festivalartimagnagrecia.it