• Home / RUBRICHE / Storie / Sequestrata la posta elettronica di “CalabriaOra”

    Sequestrata la posta elettronica di “CalabriaOra”

    calabriaora''CalabriaOra'', il quotidiano calabrese che il 7 maggio scorso fu oggetto di una perquisizione da parte della Digos di Reggio , per avere iniziato a pubblicare pubblicare la relazione della commissione d'accesso antimafia e sulla base della quale il governo ha proceduto su richiesta del ministro dell'interno allo scioglimento dell'Azienda Sanitaria di Locri per infiltrazioni mafiose, torna nel mirino degli inquirenti. Gli uomini del servizio postale e delle comunicazioni per la Calabria, su disposizione del sostituto


    procuratore della repubblica del Tribunale di Reggio Calabria, Giuseppe Lombardo, hanno posto sotto sequestro la posta elettronica, ricevuta tra il 29 aprile e il 6 maggio 2006 e quella ricevuta dal primo al 10 ottobre scorso, del direttore responsabile del quotidiano calabrese Paride Leporace. (Adnkronos)