• Home / RUBRICHE / Lettere a Strill / "Ed io spero che non piova"

    "Ed io spero che non piova"

    Riceviamo e pubblichiamo

    Speriamo non “piova”…
    Sembra di leggere e rileggere il solito “copione”…
    Contrariamente a quanto auspica il Sig. Altomonte, mi auguro che piova quando madre natura reputi sia giusto e che venga giù la equa quantità d’acqua per dare un po’ “d’ossigeno” ai contadini…
    Ordunque caro Sig. Altomonte, sono un giovane ( più o meno…) di 44 anni, inoccupato e disoccupato.
    I miei Genitori non godono di buona salute ( per usare un eufemismo ), arriviamo con difficoltà alla seconda settimana.
    I debiti ci sono, e per quanto sia problematico, qualcosa si riesce a pagare prorogando quello che non si è potuto onorare.
    La sera, grazie alla disponibilità dei miei Amici, faccio un giro in via marina ( non sempre ), prendiamo un caffè e poi a casa ( niente di eccezionale ).
    Ciò detto, non posso svegliarmi domattina e “prendermela” con il Sindaco reo di organizzare “solo” feste e festini, o sbaglio?
    Continuando così, rischierei di annoiarvi, quindi cerco di essere conciso e nel concludere è bene ricordare che, tra le funzioni del Primo Cittadino non rientra sicuramente quella di creare occupazione ( anche se si sforza di farlo nonostante i detrattori la pensano diversamente, “stravagante” vero? ) poiché delegata ad altri Soggetti Istituzionali, e comunque, Io rimango a Reggio!!! ( a chi possa intaressare…)
    P.S. I miei più sinceri auguri per la sua attività, ovunque Lei decida di trasferirsi…

    Reggio Calabria, 14/09/2008
    Lettera Firmata
    Canale Giuseppe Daniele