• Home / CITTA / Reggio Calabria / Trasporti nello Stretto, “Eppur si muove”

    Trasporti nello Stretto, “Eppur si muove”

    Riceviamo e pubblichiamo:

    Eppur si muove… qualcosa! Azione Giovani Reggio Calabria plaude all’iniziativa dell’amministrazione comunale per discutere dei problemi relativi all’area dello Stretto. A dimostrazione ulteriore che il sindaco Scopelliti continua a muoversi costantemente per la sua città. E mentre le sirene rosse gridano all’inerzia del comune definendo “sceriffo” il primo cittadino, quasi a volerne sottolineare un eccessivo interventismo, ecco che l’amministrazione comunale dimostra ancora una volta il suo impegno e l’attenzione verso i cittadini non solo di Reggio ma di tutta l’area dello Stretto.

    L’incontro tenutosi ieri a palazzo S. Giorgio, riguardo i problemi dei pendolari e dei collegamenti tra Reggio e Messina, è stato significativo; finalmente, dopo averla nominata tantissime volte, la società Bluvia si è manifestata agli occhi degli increduli pendolari ammettendo che l’aumento delle tariffe ci sarà, e in realtà c’è già stato, ma che a sua volta esso è dovuto alle perdite del bilancio annuale. Fondamentale, in questo caso, è stato l’intervento del sindaco: l’amministrazione comunale, difatti, si impegnerà per poter richiedere allo Stato l’impiego immediato di quei 5 milioni di euro che il bando ministeriale ha predisposto appositamente per il contenimento delle tariffe.

    Tra il dire e il fare solitamente dovrebbe starci il mare, qui nello Stretto invece di mezzo c’è sempre l’aliscafo. Dopo le ultime vicende i pendolari ormai si erano ormai rassegnati e attendevano con impazienza quel che sarebbe stato del nuovo bando per la metropolitana del mare, sul cui contenuto Azione Giovani è intervenuta più volte mostrando come sia evidente la scarsa efficacia del progetto che si vuole realizzare a partire dall’1 gennaio. La sinistra, bontà sua, se ne assume spontaneamente il merito per fortuna, forse non è pienamente consapevole dei disagi che quel sistema circolare andrà a creare. Le nostre proposte in merito, comunque, sono state ascoltate dalle istituzioni e sicuramente hanno contribuito ad alimentare ancora di più il dibattito, nella volontà di individuare una soluzione concreta e definitiva.

    Nonostante i grandi passi compiuti negli ultimi giorni, molto ancora resta da fare. Azione Giovani continua con la sua petizione online e la raccolta firme sulle due sponde dello Stretto; le adesioni sono sempre maggiori e invitiamo tutti coloro che non l’avessero fatto a firmare sul sito web http://firmiamo.it/oltrelemergenza. Adesso è giunto il momento di raggiungere un nuovo traguardo: la costituzione di un tavolo di concertazione unico e permanente tra le istituzioni per affrontare ogni questione legata al futuro di due città, Reggio e Messina, che ora più che mai devono cogliere le opportunità per sostenere il proprio sviluppo, uno sviluppo comune. E’ tempo di lavorare in maniera unitaria.

    Antonio Sgrò
    Dirigente comunale Azione Giovani RC