• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio: Pizzimenti (Fi) su case popolari via Placido Geraci

    Reggio: Pizzimenti (Fi) su case popolari via Placido Geraci

    Nuccio Pizzimenti, rappresentante del partito del Presidente Silvio Berlusconi

     al “Centro Storico” del Comune di Reggio Calabria, diffonde una nota stampa

    in cui dichiara <<sono vicino ai residenti delle case popolari del Patrimonio Edilizio

     in via Placido Geraci>>.

    L’esponente del PDL, contattato da un numero consistente di cittadini, che gli hanno

    consegnato una dettagliata documentazione, rileva quanto segue: <<alla luce della sentenza

    del Tribunale di Reggio Calabria, seconda sezione civile, nella persona del Giudice

     Dott. Michele Moggi, che, con provvedimento del 21 luglio 2007, accoglie il ricorso

    dei legittimi assegnatari degli alloggi di proprietà comunale, siti in via Placido Geraci

     isolato 255-275 bis, ordinando al Comune di Reggio Calabria di eseguire le opere indicate

    dal C.T.U. nella relazione tecnica>>.

    Nuccio Pizzimenti invitato dai residenti, dopo un sopralluogo, evidenzia che: <<gli alloggi
     necessitano di riparazioni urgenti ed improrogabili, all’ingresso dello stabile vi è una grossa
    voragine, la pavimentazione del cortile è in parte mancante, le tubazioni della nuova condotta

     idrica sono esterni, gli intonaci ed i balconi sono pericolanti a causa dell’umidità, i tetti per le infiltrazioni
    d’acqua sono sprofondati nelle sottostanti unità immobiliari, pregiudicando i muri interni e le trombe delle
     scale, con un serio pericolo di distacco d’intonaci>>.

    Pizzimenti saggiamente ritiene che: <<la politica ha il dovere di affrontare l’emergenza, in considerazione
    della non elevata spesa per l’operazione di riqualificazione e dell’urgenza di effettuare i lavori di risanamento
    dell’area interessata. Inoltre, che vengano espletate da parte dell’Amministrazione Comunale tutte le procedure
    tecniche ed amministrative per reperire le somme necessarie alla risoluzione del problema, in considerazione del
    fatto che  gli stabili in oggetto sono stati inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche del Comune di Reggio

    Calabria tra gli anni 2008-2010, con un importo di spesa di 400.000 euro per il 2010 per le scale E-D. E’ altresì
    doveroso sottolineare, che, il predetto termine non è vincolante per il Comune. Rimangono sempre da ristrutturare
    fuori dal piano triennale delle opere pubbliche le scale A-B-C. Sarebbe opportuno che gli immobili restanti vengono
    inserite nel prossimo piano triennale delle opere pubbliche comunali, tenendo conto che vi sono anche appartamenti
    riscattati e quindi di proprietà privata>>.

    Nuccio Pizzimenti conclude la nota stampa con un auspicio: <<fiducioso di poter fare con l’Assessore Michele
    Raso una visita istituzionale, per tranquillizzare e dimostrare la vicinanza e la sensibilità dell’Amministrazione
    Scopelliti ai numerosi cittadini. Con apposita istanza, protocollo 2394 del 13 Ottobre 2008 e con ulteriore
    sollecito protocollo 2646 del 10 Novembre 2008 ho coinvolto la commissione Lavori Pubblici e il presidente
    della circoscrizione per la convocazione di un consiglio ad hoc>>.  

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                

    Nuccio Pizzimenti Forza Italia verso il PDL