• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio: prostituzione, numerose multe e controlli in aumento

    Reggio: prostituzione, numerose multe e controlli in aumento

    Dodici prostitute e tre clienti contravvenzionati, un centinaio di profilattici e denaro sequestrati, decine di veicoli controllati e di contravvenzioni per infrazioni al Codice della Strada, con il fermo amministrativo di un’autovettura. Questo il bilancio complessivo dell’attività dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico nel corso di questi ultimi giorni per fronteggiare il fenomeno della prostituzione nel territorio cittadino, anche in applicazione della specifica ordinanza n.94 emessa il 9 Ottobre 2008 dal Sindaco, dr. Giuseppe Scopelliti.

    Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, che ha già fatto registrare importanti risultati con numerosi arresti per vari reati contro il patrimonio e contro la persona, i poliziotti del Nucleo Volanti della Questura, diretti dal dr. Gerlando COSTA, stanno riservando particolare attenzione anche al fenomeno della prostituzione che, seppur non assume in questa città livelli preoccupanti, tuttavia produce un certo disagio nella cittadinanza, specie quella residente in alcune zone del centro cittadino.

    La scorsa settimana sono state denunciate nella serata di martedì 18 u.s. due giovani donne di nazionalità rumena, C. I. di anni 20 e M.F. di anni 26, sorprese nella Piazza Garibaldi ad esercitare la prostituzione. Ad entrambe è stata applicata la sanzione amministrativa prevista per l’attività di prostituzione.

    Nella nottata di giovedì 20 u.s. un equipaggio delle Volanti ha controllato due donne, A.T. di nazionalità bulgara, di anni 24, e S. I., di nazionalità rumena, di anni 32. La prima è stata intercettata alla via Galvani e la seconda alla via Nino Bixio, entrambe in inequivocabile atteggiamento di donne dedite alla prostituzione. Ad entrambe è stata applicata la sanzione amministrativa prevista per l’attività di prostituzione e sono stati sequestrati trenta profilattici e denaro frutto della loro attività. Inoltre, sono stati identificati e contravvenzionati anche due soggetti, G.P. di anni 32 e G.A. di anni 38, che a bordo di una FIAT PANDA si trovavano alla via Galvani e stavano allontanandosi dopo aver fatto salire a bordo la predetta donna di nazionalità bulgara. E’ stata anche sottoposta a fermo amministrativo l’autovettura, non essendo, tra l’altro, in regola con la normativa del Codice della Strada.

    Nella serata di sabato 22 u.s., alla via Lemos, è stata intercettata una donna di nazionalità colombiana, M.A. di anni 40, intenta ad esercitare la prostituzione. Nella stessa serata, nella Piazza Garibaldi, è stata intercettata una donna di nazionalità rumena, C.I. di anni 20, anche essa dedita alla prostituzione. Altro controllo veniva effettuato alla via Florio, dove veniva intercettata una donna di nazionalità rumena, B.M.S. di anni 23, ed al Lungomare Falcomatà, dove veniva intercettata una donna di nazionalità rumena, P.A. di anni 19, entrambe dedite alla prostituzione. Venivano, pertanto, contravvenzionate e si procedeva al sequestro di numerosi profilattici.        

    Nella serata di domenica 23 u.s., nei pressi del Largo Calopinace, è stata intercettata e sottoposta a controllo un’autovettura FIAT STILO, su cui poco prima era salita a bordo una donna straniera di nazionalità bulgara, M.T. di anni 39, che aveva scelto quella zona per esercitare l’attività di prostituzione. Sia alla donna straniera che al conducente dell’autovettura, identificato per V.G. di anni 48, è stata applicata la sanzione amministrativa prevista dalla citata ordinanza sindacale. Alla donna sono stati sequestrati anche alcuni profilattici.

     Nell’ambito di tale attività sono state denunciate in stato di libertà le donne dedite alla prostituzione in quanto non hanno fornito le loro complete generalità.