• Home / CITTA / Reggio Calabria / Regione: in commissione vicenda-hospice Reggio

    Regione: in commissione vicenda-hospice Reggio

    Un ordine del giorno sull’Hospice di Reggio Calabria (struttura socio-assistenziale per la cura dei malati terminali), verra’ sottoposto all’attenzione dell’Aula nella prossima seduta consiliare. E’ questa la decisione assunta, a conclusione dei suoi lavori, dalla Commissione speciale di vigilanza. L’organismo, presieduto da Franco Morelli, era stato convocato per esaminare ed approfondire le difficolta’ economiche dell’Hospice e la problematica in cui versa il Consorzio del bergamotto. La Commissione ha ricostruito, nei vari interventi dei componenti, tutto l’iter legislativo, a partire dalla legge istitutiva delle strutture di cure palliative che prevede la creazione in Calabria di un sistema a rete per i malati terminali. Per il Consorzio del Bergamotto, l’organismo ha ascoltato, il direttore Francesco Crispo che ha evidenziato ”la drammatica situazione finanziaria che attanaglia l’ente, decreti ingiuntivi e pignoramenti in corso per un valore di due milioni e mezzo di euro. Debiti derivanti – ha affermato Crispo – da contributi non erogati dalla Regione Calabria negli anni 1999-2002 per la normale gestione dell’Ente e che, ove non prontamente affrontati ed onorati, – ha sottolineato – porteranno inevitabilmente alla chiusura ingloriosa di un’istituzione storica che svolge un ruolo importante per la salvaguardia e la valorizzazione di un prodotto unico al mondo”. In questa direzione, il direttore del Consorzio ha sollecitato ”la massima valorizzazione economica dello stabilimento di San Gregorio con affidamento in gestione, per un periodo di 10 anni, mediante un bando pubblico a soggetti privati, associazioni di bergamotticoltori o associazioni temporanee di imprese che garantisca un’adeguata remunerazione al Consorzio ed un utile servizio agli agricoltori”. Accanto a questo, ha auspicato ”l’accensione di un mutuo trentennale per estinguere le passivita’ onerose con le rate che saranno ricavate dai canoni di fitto dello stabilimento e da contributo straordinario della Regione”. In merito, il presidente Morelli ha chiesto la trasmissione di tutti i documenti ed atti in possesso del Consorzio. ”Sara’ nostra cura – ha detto – inviare tutta la documentazione ai soggetti istituzionalmente preposti e sollecitarne interventi propositivi”. A margine dei lavori, il presidente Morelli ha dichiarato: ”Prende corpo l’attivita’ della Commissione di vigilanza nell’affrontare problematiche di programmazione economica e sociale unitamente a questioni che investono le istanze ed aspettative reali della societa’ calabrese”.