• Home / CITTA / Reggio Calabria / Fermi Gioia Tauro: decisi per evitare vendetta Molè

    Fermi Gioia Tauro: decisi per evitare vendetta Molè

    I fermi disposti dalla Dda di Reggio Calabria nei confronti di 21 presunti affiliati al clan Mole’-Piromalli di Gioia Tauro sono stati decisi per evitare il compimento di omicidi in risposta al delitto del boss Rocco Mole’, ucciso il primo febbraio scorso. Dalle indagini, in corso da oltre un anno, secondo quanto si e’ appreso, inquirenti e investigatori hanno avuto sentore che ci potessero essere reazioni a quel delitto ed hanno deciso di intervenire. Tutte le persone sottoposte a fermo sono accusate di associazione mafiosa. Rocco Mole’, considerato come uno dei massimi esponenti di quella che gli investigatori definiscono l”’aristocrazia” della ‘ndrangheta, fu ucciso con quattro colpi di pistola calibro 9 alla testa mentre era a bordo di un veicolo che si guida senza patente. L’uomo, era terzogenito del vecchio boss Nino Mole’, morto due anni fa per cause naturali in carcere. (ANSA).