• Home / CITTA / Messina / Messina: la provincia siciliana più colpita dai roghi

    Messina: la provincia siciliana più colpita dai roghi

    Brucia ancora la Sicilia sferzata dal vento di scirocco. Le alte temperature e l’azione dei piromani alimentano decine di focolai in diverse parti della Regione. La provincia piu’ colpita e’ Messina, dove continuano le operazioni di spegnimento del rogo divampato stamani a Mandanici, sul posto sta operando un canadair. Mezzi aerei in azione anche nel catanese a Randazzo e a Linguaglossa, mentre ad Enna e’ rientrato l’allarme per l’incendio scoppiato nei pressi della stazione ferroviaria. Brucia ancora, invece, la vegetazione di contrada Mugavero, un altro versante della rocca sulla quale sorge la citta’ di Enna. Un ampio fronte di fuoco si e’ aperto, invece, in contrada Fiumara, tra Noto e Siracusa. Sul posto, oltre le squadre da terra, operano un canadair e un elicottero. E’ invece sotto controllo e in fase di bonifica il rogo che per 24 ore ha tenuto impegnati uomini del Corpo forestale, della Protezione civile e Vigili del fuoco. In fumo circa 700 gli ettari in contrada San Cono, sulle montagne delle Madonie. Per avere ragione dele fiamme sono dovuti intervenire 4 elicotteri e 7 canadair, che hanno lanciato complessivamente circa 300.000 litri di acqua. Il fuoco ha distrutto 10 ettari di culture agrarie, in particolare noccioleti, ponendo a rischio le abitazioni rurali esistenti all’interno delle colture. Fortunatamente l’opera di Forestali e Vigili del fuoco ha impedito che le fiamme attaccassero le case. In fumo anche altri 700 ettari circa ricadenti nel Parco delle Madonie. (Adnkronos)