• Home / CITTA / Cosenza / PD: a Montalto situazione incerta

    PD: a Montalto situazione incerta

    Il limbo nel quale giacciono le animelle del Pd montaltese continua a svuotarsi. E’ apparsa domenica scorsa, su Calabria Ora infatti, un’intervista a William Ferraro (già segretario nei Ds) il quale motiva il suo appoggio all’attuale sindaco Gravina.

    Il Pd montaltese risulta quindi in uno stato sempre incerto ed ancora privo di forma definita, nel quale galleggia ancora molta incertezza sul nome del prossimo candidato a sindaco,voci di corridoio parlano della candidatura del dott.Mazzotta, medico di base operante nel territorio.

    L’ex segretario Ferraro non è il solo ad essersi allontanato dagli ambienti: per esempio,già Umile De Luca (già segretario del partito del presidente Loiero a Montalto) ha manifestato il suo dissenso sulla nuova linea politica del Pd, sembra essere sulla stessa linea anche consigliere dello stesso partito, Alfredo Muto; rimane per ora in ombra Alleanza per Montalto, il partito di Mario Marrelli (per decenni storico alleato di Gravina) farà di tutto per togliere un po’ di voti a Gravina.

    Ma perchè  l’ex segretario dei Ds ha fatto questa scelta?
    Quasi certamente era stanco di aspettare che il Pd prendesse una forma definita, non è ancora stato stabilito l’organigramma (ma ciò non dipende solo dai veltroniani locali) del partito e altrettanto sicuramente Ferraro s’è stancato di vedere sempre le stesse facce  riproporsi come dirigenti.

    Una Grosse Koalition sembra profilarsi attorno alla ricandidatura di Gravina, a contrastare l’attuale sindaco, ad oggi, rimane IdV di Franco Ferro e questo Pd (il cui maggiore esponente rimane l’attuale consigliere Luciano Corniola,ma continuano ad avere il loro peso anche l’ex assessore Migliano e il consigliere della Margherita Franco Napolitano) ancora allo stato embrionale, ma le elezioni sono lontane e non si escludono colpi di scena.

    Lorenzo Bianco