• Home / SEZIONI / Spettacoli - Appuntamenti / Festival Leoncavallo: buona la prima

    Festival Leoncavallo: buona la prima

    La IX° edizione del Festival Lirico Internazionale “Leoncavallo” è partito alla grande:  buono il bilancio della prima (di sei) giornate di Festival. Il primo appuntamento in programma era l’inaugurazione della mostra del M° Aurelio Cesareo: oltre 200 persone hanno riempito,nel primo giorno,l’ex chiostro dei Domenicani dove saranno esposti i quadri fino alla fine del Festival, cioè fino a giorno 30/8.
    E’ stata, invece, un’assoluta novità l’utilizzo della banda musicale: il Comune sembra aver ri-scoperto le buone potenzialità dei suonatori guidati dal M° Franco Giordano;  grazie alla grande sensibilità del Direttore Artistico del Festival,Maria Francesca Siciliani, la banda locale s’esibirà all’inizio di ogni serata.

    L’utilizzo più marcato (finalmente!) delle risorse culturali ed artistiche locali sembra essere la vera novità di questo festival: oltre alla mostra di pittura e ai mini concerti (nei quali si suoneranno prevalentemente “I Pagliacci” e qualche altra celeberrima aria) della banda, c’è pure una mostra iconografica e la rappresentazione in vernacolo di “Zazà” (una delle opere minori di Leoncavallo)da parte della compagnia teatrale “I pagliacci”.

    Nella Sala Consiliare c’è una ricca mostra iconografica su Leoncavallo “Omaggio a Ruggiero Leoncavallo”: sono esposte moltissime le lettere autografe, le foto, le caricature, le partiture ed i dischi originali dell’epoca, in gran parte di proprietà dell’Accademia degli Inculti (curatrice della mostra).

    C’è abbastanza materiale per aprire un museo al Maestro, considerando che in una delle cassaforti del Comune giacciono altre lettere autografe (di cui è proprietario il Comune da almeno 10 anni) mai mostrate in pubblico.Il piatto forte della serata è stato il concerto lirico eseguito nel Duomo. Il coro del Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria ha riempito la chiesa della Madonna della Serra eseguendo la “Petite Messe Solennelle” di Rossni,suggestivo anche il gioco di luci fatto sulla chiesa : un faro rosso rendeva rossastra tutta la facciata.

    Ed è solo l’inizio, mentre di giorno ci saranno le audiozioni del Concorso Lirico, ogni sera ci sarà un appuntamento culturale interessante.Oggi,ad esempio, alle 19 c’è un convegno sulla figura di San Francesco di Paola e sul suo rapporto con Montalto Uffugo, mentre a sera in piazza ci sarà il concerto “Cafè Chantant”.

    Lorenzo Bianco