• Home / CITTA / Catanzaro / MusicAMA Calabria, stasera a Lamezia Terme Gabriele Lavia dice Leopardi

    MusicAMA Calabria, stasera a Lamezia Terme Gabriele Lavia dice Leopardi

    Quando si nomina Gabriele Lavia è naturale pensare al teatro italiano. L’attore, nell’arco dei suoi quarant’anni di carriera, è riuscito a divenire la quintessenza della recitazione. Al Teatro Grandinetti Comunale di Lamezia Terme, stasera alle ore 21, Lavia porterà l’intensità delle liriche scritte da Giacomo Leopardi, in uno spettacolo dal titolo “Lavia dice Leopardi”, nel penultimo appuntamento della 43.ma edizione del Festival MusicAma Calabria, diretto da Francescatonio Pollice.

    Un incontro tra la grandezza di un attore e l’immensità dei versi del poeta, detti e non recitati perché «Leopardi non si recita». Parole che non nascondono il suo amore per le liriche e i sonetti di Leopardi, che è nato sui banchi della scuola. Anni in cui la scoperta di un autore così profondo lo ha portato ad apprezzare in maniera viscerale la poesia influenzata dal pessimismo cosmico, finale evoluzione del pensiero di Leopardi. Uno studio continuato negli anni grazie al quale ha stretto un forte legame con l’intensità e la profondità delle sue opere.

    In “Lavia dice Leopardi” l’attore ripercorre attraverso i versi di alcune delle più belle poesie del poeta quello che è stato il suo soggiorno a Pisa che, tra il 1827 e il 1828, sembrò rinascere mettendo da parte il disincanto e l’amarezza tipiche delle sue Operette morali. Nello spettacolo, da lui pensato e realizzato, Lavia farà vivere emozioni profonde riversando sul pubblico parole e suoni delle poesie.

     

    Una vita artistica, quella di Lavia, che si divide tra lavori teatrali, diretto da alcuni tra i più importanti registi come Giorgio Strehler e Giuseppe Patroni Griffi, e cinematografici. Nel mondo della celluloide ha partecipato a importanti pellicole horror tra le quali “Profondo rosso”, “Inferno”, entrambi di Dario Argento e “Zeder” di Pupi Avati. E’ stato anche regista di film come “Scandalosa Gilda”, “Sensi” e “La Lupa”, tutti con Monica Guerritore, e “Il principe di Homburg”.

    AMA Calabria si atterrà alle misure legate al contenimento del Coronavirus, accogliendo un pubblico ridotto rispetto alla consueta capienza, come da normative ministeriali. L’ingresso sarà consentito se muniti di Green Pass e sarà fino a esaurimento posti.

    Per ogni informazione s’invita a consultare il sito www.amaeventi.org, dove è possibile acquistare on line i biglietti, e la segreteria al numero telefonico 0968. 24850 o alla mail info@amaeventi.org.