• Home / CITTA / Reggio – Progetto Eu.praxisi, il 22 giugno seminario sul tema ‘Qualità Progettuale e legalità’

    Reggio – Progetto Eu.praxisi, il 22 giugno seminario sul tema ‘Qualità Progettuale e legalità’

    La Prefettura di Reggio Calabria, nell’ambito del Pon Sicurezza per lo Sviluppo Obiettivo Convergenza 2007/2013, sta attuando un Progetto denominato “EU.praxis – percorsi per la diffusione della cultura della legalità”, che prevede, tra le altre iniziative, lo svolgimento di Seminari informativi su tematiche di particolare interesse (beni confiscati, immigrazione e modelli di integrazione, attività di prevenzione e contrasto ai fenomeni del racket e dell’usura).
    Il prossimo 22 giugno si terrà, con inizio alle ore 16.00, il Seminario sul Tema “Qualità Progettuale e legalità”. L’incontro si propone come un’occasione di informazione e dibattito sulla Programmazione dei finanziamenti e sulle progettualità di livello europeo, nazionale e regionale per la legalità e lo sviluppo territoriale: le iniziative realizzate nella fase di Programmazione dei Fondi Strutturali 2007-13 e le prospettive di intervento nel periodo 2014-20. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito istituzionale di questa Prefettura (www.prefettura.it/reggiocalabria) sulla sezione EU. praxis (www.progettoeupraxis.it)
    Il Progetto Eupraxis, rivolto agli operatori delle Forze di Polizia e delle Amministrazioni locali mira ad attivare e realizzare reti territoriali e ad approfondire politiche e iniziative a sostegno della legalità, coerenti con le specificità del contesto locale al fine di rafforzare il radicamento delle buone prassi in materia di prevenzione e contrasto di tutti i fenomeni di illegalità. L’iniziativa, che si articola in diverse fasi, prevede tra l’altro l’attivazione di Forum on line sul tema “Misure, strategie e cooperazione per la diffusione della cultura della legalità, con spazi e occasioni di confronto e dibattito on line (accesso libero previa registrazione ad area dedicata su www.progettoeupraxis.it) tra i diversi attori del territorio, in particolare enti locali, università e scuole.   Il Progetto, che ha valenza regionale, è realizzato in collaborazione con le Prefetture di Catanzaro, Cosenza, Crotone e Vibo Valentia e con il supporto dell’Istituto “Guglielmo Tagliacarne”, dell’Associazione Libera – Associazioni Nomi e Numeri Contro le Mafie e dell’Universitas Mercatorum.