• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro – Lavoratori Fondazione Campanella occupano uffici assessorato Sanità
    Protesta Campanella uffici Commissario Sanità Catanzaro

    Catanzaro – Lavoratori Fondazione Campanella occupano uffici assessorato Sanità

    Una cinquantina di lavoratori della Fondazione Campanella si sono incatenati questa mattina negli uffici del primo piano del dipartimento Sanità dopo le dimissioni del presidente Falzea (Leggi qui la notizia) e l’avvio per le procedure di licenziamento (Approfondisci qui). I lavoratori, che rientrano nei 245 per i quali è iniziata la procedura di licenziamento, non intendono abbandonare gli uffici, hanno minacciato di restare lì notte e giorno, fino a quando non avranno delle risposte certe dalle autorità competenti in merito al loro futuro professionale. “Siamo stanchi. La Campanella può essere salvata e noi vogliamo che Oliverio si impegni a farlo”. I dipendenti fanno riferimento al debito che la Regione Calabria ha nei confronti della Fondazione e per il quale il management avrebbe accettato una transazione in ribasso pur di salvaguardare i livelli occupazionali e le unità oncologiche. Dal giorno in cui l’ex presidente facente funzioni Antonella Stasi, garantì a Falzea, presidente dimissionario della Fondazione, che quei soldi sarebbero arrivati tutto tace e la Regione sembra essersi lavata le mani del destino de l polo oncologico di cui è lei stessa fondatrice insieme all’Università. Quanto al nuovo Commissario ad acta per il disavanzo sanitario, Massimo Scura chiariscono: “Non siamo sicuri che questo sia un bene perla Fondazione. Un nuovo Commissario che non conosce la problematica potrebbe sottovalutarla. Ma in mezzo alla strada ci sono 245 persone, 245 famiglie. Si mettessero la mano sulla coscienza i politici. Loro a fine mese mettono con tranquillità la testa sul cuscino. Noi non dormiamo. Pensi a questo Oliverio…”.