• Home / CITTA / Meno cani abbandonati ma strutture al collasso

    Meno cani abbandonati ma strutture al collasso

    In leggero calo gli abbandoni di cani e gatti a luglio e nella prima meta’ di agosto, ma i canili sono collasso. Lo denuncia l’Associazione difesa animali e ambiente (Aidaa), rilevando in una nota che nei canali italiani si trovano attualmente 160.000 cani, almeno 10.000 raccolti nelle ultime settimane in quanto abbandonati su strade e autostrade. La situazione dei canili, secondo l’associazione, e’ critica nelle regioni del Centro-Sud: Campania, Puglia, Calabria e Sicilia, seguite a ruota da Lazio e Abruzzo, ”dove – osserva l’Aidaa – e’ difficilissimo trovare un posto libero nei canili pubblici e nei rifugi gestiti dalle associazioni”. Va leggermente meglio al Nord, dove comunque sono vicini al tutto esaurito i canili di Piemonte, Liguria, Veneto e Lombardia. Situazione altrettanto grave nei ricoveri per i gatti, dove molto spesso sono ospitati un numero di animali che superano il doppio del numero massimo consentito. Nel frattempo prosegue l’iniziativa ”Io l’ho visto”, lanciata da Aidaa e Pronto Fido di radio Montecarlo , che dal 17 luglio al 13 agosto ha raccolto oltre 450 segnalazioni di animali abbandonati via sms al numero 3341051030. L’Aidaa ha inoltre denunciato a piede libero 15 automobilisti che stavano abbandonando i propri cani nelle aree di sosta.(ANSA).