• Home / CITTA / Morte reduce Grande guerra, Loiero: "ricordo unanime calabresi"

    Morte reduce Grande guerra, Loiero: "ricordo unanime calabresi"

    "La Calabria intera deve serbare un dolce ricordo di Francesco Domenico Chiarello, morto a 110 anni, il quale era uno dei dodici reduci ancora in vita dei 65 milioni di combattenti che presero parte alla Grande Guerra". Lo ha detto il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, a New York per impegni istituzionali, dopo avere appreso che a Ciro’ Marina, nel Crotonese, e’ venuto mancare uno degli ultimi combattenti della prima Guerra mondiale. "Ho appreso la notizia – ha detto Loiero – con commozione. Assieme al coetaneo Delfino Borroni, lombardo, entrambi "ragazzi del ’98", mandati a combattere per completare l’unita’ d’Italia, hanno rappresentato anche simbolicamente, lui del Sud e l’altro del Nord, lo spirito unitario che ha animato le lotte risorgimentali e poi quelle per la democrazia. Sono passati 90 anni da quei giorni terribili e dall’orrore della trincea, ma quei valori sono rimasti intatti. E noi, a nome di tutti i calabresi, ci inchiniamo nel ricordo di Chiarello". (AGI)