• Home / CITTA / Calabria: seconda in classifica per guasti e abusi lungo la costa

    Calabria: seconda in classifica per guasti e abusi lungo la costa

    Mare sicuro 2008: al via il filo diretto con i cittadini che anche quest’anno avranno la possibilita’ di segnalare guasti e abusi lungo tutte le coste nazionali attraverso servizi di sms, foto da cellulari o numeri verdi. Si parte con Goletta Verde, il monitoraggio di Legambiente, che anche quest’anno ha accanto Vodafone che da’ la possibilita’ a tutti i bagnanti di segnalare con un sms o con una foto scattata da cellulare gli eventuali abusi sui litorali. Proprio grazie a questo servizio la scorsa estate sono state inviate via sms o mms oltre 10.000 segnalazioni di abusi, che hanno dato luogo a diverse denunce di Legambiente alle autorita’ competenti. Per ricevere informazioni sullo stato di salute del mare e delle spiagge basta inviare un sms indicando il nome della localita’ al numero 3404399439. Un sms di risposta comunichera’ lo stato di salute della spiaggia preferita o del luogo in cui si vuole andare in vacanza. Per segnalare situazioni di particolare criticita’ ambientale invece basta inviare un messaggio di testo o un’immagine mms con la descrizione della zona fotografata al numero 3404399439. Inoltre e’ possibile seguire in tempo reale il percorso di Goletta Verde e conoscere tutti i punti di prelievo delle acque di balneazione analizzate dai biologi di Legambiente sul sito www.golettaverde.vodafone.it. Al via anche la 13/a edizione della campagna nazionale ”Diritti al mare, diritti del mare” promossa dall’associazione ambientalista Verdi Ambiente e Societa’ (Vas), realizzata in collaborazione con l’associazione nazionale attivita’ natatorie e subacquee Nadd Europe, l’organizzazione internazionale di subacquea per disabili Hsa Italia e patrocinata dai ministeri dell’Ambiente e dei Trasporti, dal Comando Generale delle Capitanerie di Porto, dal Commissario Delegato per il superamento dell’Emergenza del bacino del Fiume Sarno. Al numero verde 800 86 61 58 (24 ore su 24) si possono segnalare casi di inquinamento amnientale e disagi. Il numero di allerta rapido contro i crimini ambientali perpetrati in mare e lungo le coste e i disservizi in totale ha raccolto oltre 23.000 segnalazioni, le quali principalmente hanno riguardato oltre 4000 casi di abusivismo edilizio di cui 1300 ostruzione ed accessi negati al mare; oltre 4000 i casi di inquinamento; oltre 3500 i casi di presenza di rifiuti in mare, sulla spiaggia e sui fondali; oltre 3200 i casi di disservizi e di carenza di segnaletica; oltre 2000 i casi di distanza di sicurezza non rispettati da imbarcazioni e natanti a motore; oltre 1000 casi di presenza di barriere architettoniche. Moltissime di queste segnalazioni raccolte, grazie al coinvolgimento ed alla collaborazione con le autorita’ ed istituzioni locali sono state risolte o ridimensionate della loro azione negativa. Solo nel 2007 le segnalazioni raccolte da Vas sono state oltre 3.600 ed in particolare hanno riguardato: casi di mancanza delle distanze di sicurezza (589 segnalazioni) con imbarcazioni e moto d’acqua troppo vicine alla costa ed ai bagnanti; casi di inquinamento (543 segnalazioni) tra cui spiccano il cattivo funzionamento dei depuratori o addirittura la completa assenza di depurazione con centinaia di casi di scarichi abusivi direttamente riversi in corsi d’acqua ed in mare; casi di abusivismo edilizio (569 segnalazioni); disservizi di vario genere (369 segnalazioni); spiagge sporche (363 segnalazioni); assenza di segnaletica adeguata (182 segnalazioni); moria di pesci (79 segnalazioni) e altro. Le regioni piu’ colpita si riconfermano quelle del centro-sud del paese con la Regione Campania con (678 segnalazioni), a seguire la Calabria con (609 segnalazioni) ed il Lazio con (563 segnalazioni). (ANSA)