• Home / CITTA / “Hypogaea”: successo della mostra

    “Hypogaea”: successo della mostra

    Numerosi i visitatori che hanno ammirato “HYPOGAEA”, la mostra sulle Necropoli reggine, allestita nelle sale del Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria, aperta al pubblico da maggio ad ottobre ’06.
       Promossa dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria e da Kore, società che gestisce i servizi aggiuntivi dei musei di Reggio, Vibo e Locri, l’esposizione ha ricostruito, attraverso i reperti frutto di centoventi anni di scavi, tipologie edilizie, corredi e riti relativi alle Necropoli ellenistico-romane di età compresa tra il IV e il I sec. a.C.
       La mostra, curata dall’archeologa Emilia Andronico e costituita da più di duecento pezzi provenienti da contesto di necropoli, ha offerto al pubblico la possibilità di conoscere l’architettura delle tombe, gli usi relativi alle sepolture e il tessuto socio-economico della città, all’epoca. Vetri, oreficerie, bronzi e argenti, rinvenuti nelle sepolture, hanno documentato l’intreccio di contatti culturali e commerciali, intrattenuti dai ceti sociali benestanti della città, e le mode relative all’abbigliamento e agli arredi.
       <<Siamo molto soddisfatti del riscontro di pubblico avuto da questa importante manifestazione che ci ha visto collaborare con la Soprintendenza per l’organizzazione – dichiarano i responsabili della Kore – Scuole e privati hanno richiesto visite guidate al fine di comprendere meglio questo significativo spaccato di storia della città; ciò testimonia il grande interesse suscitato da “Hypogaea”, come già era avvenuto per la mostra sugli Italici, un anno fa. Continueremo, quindi, a collaborare all’arricchimento del percorso museale e alla diffusione delle più significative ricostruzioni archeologiche>>.