• Home / CITTA / Utilizzavano reti illegali. Maxisequesto della Capitaneria di Porto

    Utilizzavano reti illegali. Maxisequesto della Capitaneria di Porto

    Maxisequestro di reti al porto di Reggio Calabria. Numerose imbarcazioni sono state bloccate dalla Guardia Costiera e, in questo momento, stanno per entrare nell'area portuale. Dalle prime indiscrezioni sembra che i pescatori stessero pescando con delle reti irregolari.La Capitaneria di Porto ha sequestrato 12500 metri di reti da posta, le cosiddette spadare, 60 chili di sgombri, tonnetti alliterati e tombarelli, 18000 metri di reti illegali e 42 esempleri di pesci spada, toni ala lunghe e palamiti per il peso complessivo di 160 chili. Le reti oggetto dell'operazione sono vietate dalla normativa dell'Unioine Europea e nazionale, considerate tra le più dannose e impattanti. Si tratta di reti che che determinano un altissimo numero di catture accessorie che cauano danni e morie di cetacei, tartaruche, squali, pesci luna, mante, uccelli marini e altre specie protette che vi rimangono intrappolate con grave danno per l'ecosistema marino.