• franco roberti

    Giustizia lenta e carenza di magistrati, procuratore Roberti: ‘Servono uomini per combattere la ‘ndrangheta’

    E’ significativa la dichiarazione del procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, fatta proprio nel corso della prima visita del ministro Orlando nei tribunali con problemi di organico. Roberti, infatti, intervenendo a Roma in una tavola rotonda su racket e usura organizzata ha citato l’esempio della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, “dove ci sono soltanto sei magistrati che sono costretti addirittura a chiedere il rinvio dei processi perché non riescono a coprire le udienze. Serve dunque – ha aggiunto – rafforzare gli uffici giudiziari”.

    “Per superare il gap tra Nord e Sud che affligge il Paese – è l’opinione di Roberti – occorre combattere efficacemente la criminalità organizzata, ma non abbiamo apparati adeguati: forze di polizia e magistratura fanno il possibile ma ci sono organici giudiziari paurosamente inadeguati. Buona parte della questione meridionale è la questione criminale e la lotta alle mafie deve essere una priorità del governo”.