• Home / CALABRIA / Reggio ultima provincia per la raccolta differenziata. Fra le peggiori d’Italia
    Rifiuti Province Calabresi Ispra

    Reggio ultima provincia per la raccolta differenziata. Fra le peggiori d’Italia

    di Clara Varano – Che la Calabria fosse fanalino di coda in tutto, era ed è ormai risaputo. Che lo fosse anche nella raccolta differenziata, tranne alcuni comuni che eccellono, ma sono l’ago in un pagliaio, era anche risaputo ed oggi, il rapporto impietoso dell’Ispra, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, non racconta una realtà differente dagli altri anni, forse migliorato di qualche punto, ma sempre allarmante (Leggi qui). Su base regionale la Calabria è penultima nella classifica redatta dall’Ispra con il 14,7% di differenziata, peggio di noi fa solo la Sicilia. Il dato positivo, nonostante il numero bassissimo di rifiuti differenziati, è la tendenza in aumento che caratterizza la regione, che fino al 2009 era ferma al 12%, molto al di sotto della tendenza nazionale che raggiunge il 43% e di quella tutta meridionale che arriva fino al 28%.

    Le Province

    Su base provinciale quello che emerge è una realtà sempre allarmante, ma in alcuni casi incoraggiante ed in altri no. La fotografia delle 5 province calabresi mette in cima alla classifica, tutta regionale ovviamente, Cosenza, con il 20,4% e quasi 70 mila tonnellate di spazzatura differenziata, seguono Catanzaro (16% e 25 mila tonnellate) e Vibo Valentia (14,7% e 9.452 tonnellate), chiudono la graduatoria Crotone e Reggio. Per essere precisi l’ultima in classifica è Reggio Calabria che con l’8,3%, non supera le 19.138 tonnellate di differenziata. Crotone, sfiora, invece, la maglia nera con il 9,8% e 7.690 tonnellate raccolte. A Reggio e Crotone, va anche il triste primato di essere tra le 6 province più “scarse” di tutta la Penisola.