• Home / CALABRIA / Disoccupazione femminile e giovanile: allarme in Calabria
    Disoccupazione femminile

    Disoccupazione femminile e giovanile: allarme in Calabria

    I dati pubblicati dall’Istat sulla disoccupazione in genere creano non poca preoccupazione per la situazione lavorativa della Calabria. Si parla di una percentuale che supera il 25% (LEGGI LA NOTIZIA). E se il dato, considerato sotto il profilo generale, preoccupa, se si osserva il dettaglio femminile e giovanile, allarma. Sì, perché rispetto all’ultimo trimestre del 2013 le donne occupate sono passate dal 193mila a 181mila e la percentale dal 28,8% si staglia intorno al 26%. Sono sempre di più le donne Neet il cui numero mostra una Calabria, per nulla moderna, con 419mila donne che non lavorano e non cercano lavoro. Non va meglio ai giovani calabresi. Solo il 10,2% è occupato e l’8,8% sono donne.

    (Cla.Va.)