• Home / CITTA / Reggio – Giro di vite sui regolamenti tributari, sconti e riduzioni sulle tasse comunali
    comune reggio consiglio comunale falcomatà

    Reggio – Giro di vite sui regolamenti tributari, sconti e riduzioni sulle tasse comunali

    di Stefano Perri – Sconti e agevolazioni sulle imposte comunali alle categorie più svantaggiate. Il giro di vite sui tributi municipali è stato approvato durante l’ultima riunione della Giunta comunale reggina e sarà portato all’esame del prossimo Consiglio previsto per giovedì 30 luglio. Le novità riguardano l’Imu, la Tari e la Tasi, tre imposte oggetto del piano di riequilibrio decennale messo a punto durante il periodo commissariale che ha portato le aliquote tributarie alla soglie massime imponendo la copertura del 100% dei servizi comunali attraverso le imposte ai cittadini.

    Un piano lacrime e sangue, introdotto dai Commissari, sul quale il Sindaco Giuseppe Falcomatà e l’Assessore al Bilancio Armando Neri hanno provato a mettere le mani introducendo una serie di sconti e premialità dirette principalmente alle categorie più svantaggiate o ai cittadini più virtuosi nel praticare la raccolta differenziata dei rifiuti. ”Nonostante le limitazioni imposte dal piano – ha spiegato l’Assessore Neri – ci siamo impegnati in una serie di studi tecnici complessi ed approfonditi, che ci consentiranno di dare una risposta ai cittadini sul piano della riduzione della pressione fiscale, introducendo agevolazioni ed esenzioni attraverso la modifica dei regolamenti comunali approvati dai Commissari. Un lavoro difficile, lungo e condotto in maniera scrupolosa, che ci ha permesso di introdurre riduzioni e premialità, al massimo possibile per non incorrere nelle sanzioni previste dalla normativa sugli Enti, come il nostro Comune, soggetti ad un piano di riequilibrio”.

    Le esenzioni sulla TARI – La prima delle novità introdotte riguarda la Tari, la Tassa sui Rifiuti. Il nuovo piano introdotto dalla delibera di Giunta prevede uno sconto del 20% per tutti i cittadini che utilizzano la pratica del compostaggio domestico o conferiscono nelle isole ecologiche. Altri sconti saranno applicati attraverso agevolazioni per l’acquisto degli abbonamenti del trasporto pubblico o altre premialità a tutti i cittadini che differenziano conferendo direttamente nelle isole ecologiche che certificheranno il tipo, il peso e la qualità dei rifiuti conferiti. Una strategia che consentirà di accedere agli sconti anche a tutti i cittadini che al momento non sono ancora raggiunti dal servizio di raccolta differenziata porta a porta. Il servizio introdotto darà la possibilità ai cittadini di accumulare dei punti che potranno poi essere scontati sulla tariffa Tari, sugli abbonamenti Atam o sull’accesso ad altri servizi comunali.

    Le novità sull’Imu – Giro di vite importante anche per ciò che riguarda l’Imu, Imposta Municipale Unica. Oltre all’adeguamento del regolamento ad alcune normative comunitarie, le novità introdotte dalla Giunta offrono una doppia agevolazione. La prima è prevista nel caso in cui si verifica la concessione in comodato d’uso gratuito tra due familiari. L’esempio classico è quello dei genitori che ‘cedono’ la casa ai figli. Fino ad oggi in questi casi era applicata l’aliquota prevista per la seconda casa, fissata al 10,6 per mille. Con la nuova normativa proposta dalla Giunta, sulla casa concessa in comodato d’uso gratuito sarà applicata l’aliquota agevolata equiparata all’abitazione principale, e cioè il 6 per mille. L’agevolazione sarà applicata solo nei casi in cui la concessione in comodato d’uso gratuito sarà registrata all’agenzia delle entrate e la rendita catastale dell’immobile non superi i 250 euro. Una misura che dunque andrà ad agevolare le categorie più svantaggiate.

    L’altra novità introdotta sull’Imu riguarda la riduzione dell’aliquota al 6 per mille per tutti coloro che affitteranno la propria abitazione secondo un canone concordato. Pochi mesi fa il Comune, su iniziativa dell’Assessorato al Bilancio, aveva sottoscritto un accordo raggiunto con le associazioni di categoria, per fissare i criteri del cosiddetto ‘canone affittuario concordato’. Secondo questo accordo gli immobili vengono affittati a canone concordato per i residenti nel Comune di Reggio Calabria, agevolando le categorie più svantaggiate come ad esempio gli studenti o le coppie giovani. A partire da oggi tutti i padroni di casa che si adegueranno ai criteri dell’affitto a canone concordato potranno godere delle agevolazioni sull’Imu.

    Le case di lusso – Un’altra importante novità introdotta riguarda le abitazioni di lusso che secondo il regolamento tributario dei Commissari erano tassate al 2 per mille, praticamente meno delle altre per le quali l’aliquota raggiungeva il 2,5 per mille. La delibera di Giunta ha equiparato le aliquote, aumentando il tributo per le case di lusso con la possibilità di utilizzare le maggiori entrate fiscali per ulteriori agevolazioni tributarie su tutte le altre abitazioni. Una manovra che anche in questo caso va nella direzione di agevolare le categorie più svantaggiate.

    Costi fissi sul canone idrico – Novità positive anche nel comparto del canone idrico. Su iniziativa dell’Assessorato al Bilancio di concerto con l’Assessore ai Lavori Pubblici Angela Marcianò e con il delegato ai servizi idrici Paolo Brunetti, la nuova delibera di Giunta ha eliminato tutti costi fissi e le penali introdotti con i regolamenti dei Commissari. Tra i casi più ricorrenti le penali per le mancate volture, per la mancata lettura dei contatori o per le morosità nei pagamenti. La maggior parte dei costi sono stati abbassati o eliminati, con una sensibile riduzione dei contenziosi comunali e dei costi fissi in bolletta.

    LEGGI ANCHE:

    Reggio – Giorni caldi per l’approvazione del bilancio previsionale 2015

    Reggio – C’è l’ok dalla Giunta, al via i nuovi tirocini per gli ex Multiservizi