• Serie C – Catanzaro, sono finiti gli aggettivi per gli uomini di Vivarini, non le vittorie. Risultati e classifica

    di Vittorio Pio – Non c’è avversario che tenga per questo terribile Catanzaro, ormai destinato a frantumare doversi record nel girone meridionale della serie C. Anche la volenterosa Virtus Francavilla dell’ex Mister Calabro, viene rispedita al mittente con ben 4 goal sul groppone e la parziale soddisfazione di una segnatura che nel finale è servita sopratutto a spezzare l’imbattibilità del portiere giallorosso  Fulignati, autore anche oggi di una prestazione molto attenta.

    Ma è tutto l’11 guidato da Mister Vivarini che sembra un meccanismo oliato e rodato alla perfezione, al punto che anche chi arriva dalla panchina non solo trova spazio fra I titolari, ma addirittura nello score del marcatori. E’ stato così per l’uomo decisivo di oggi, ovvero Francesco Bombagi, schierato fin dal primo minuto ed autore di una prova veramente maiuscola. E’ un Catanzaro che sembra giocare a memoria, nella cronaca della partita il primo  protagonista è il capocannoniere Iemmello, che al 17′ del primo tempo su lancio dell’ottimo Situm, aggira con un doppio passo il malcapitato portiere avversario Avella per insaccare poi a porta vuota, formalizzando l’undicesimo goal di questo suo campionato da incorniciare. Il raddoppio di Bombagi, 15° marcatore diverso nella stagione, non fa altro che ribadire la netta supremazia territoriale dei giallorossi: è Scognamillo a prendere l’iniziativa e a scambiare con Simone Pontisso sul lato opposto, che crossa al centro per la scivolata della mezzala sarda in rete.

    Il Francavilla, che al turno precedente aveva sconditto il blasonato Pescara, ha tante assenze rispetto alla formazione tipo, ci prova ma non ne viene a capo, regolarmente respinto dalla difesa ermetica dei giallorossi, ben orchestrata da capitan Martinelli e l’arcigno  Brighenti, che sta disputando un girone d’andata veramente sensazionale, insieme all’estremo difensore Fulignati, che poco dopo  respinge da campione un tiro di Cisco, a seguito di un pallone perso malamente da Ghion. Nella ripresa, dopo un’occasione d’oro sprecata da Iemmello, Bombagi cala il tris insaccando di testa su punizione di Vandeputte al minuto 66. A partita chiusa c’è la girandola dei cambi che non cambia di una virgola l’assetto dei valori: in un pregevole scambio stretto fra Biasci e Vandeputte, arriva all’82esimo l’assist per il nuovo entrato Curcio, sempre bravo a farsi trovare pronto nonostante il minutaggio limitato a ribadire le sue doti di bomber. A 3’ dalla fine ecco la bella rovesciata di Cardoselli su assist di Cisco, pochi istanti ancora e l’arbitro fischia la fine per il delirio dei supoorter giallorossi

    . In conferenza stampa il tecnico degli avversari ha parole d’elogio per tutto l’ambiente: “Ringrazio il popolo giallorosso-ha ribadito Antonio Calabro- per l’accoglienza e le belle parole, allenare a Catanzaro è stata certamente una tappa decisiva della mia carriera e ricevere un apprezzamento pubblico fa sempre piacere, visto che non è affatto scontato. Noi abbiamo provato a fare la nostra partita malgrado le numerose assenze, ma il Catanzaro ha ribadito la sua forza, per me è addirittura superiore alla Ternana che due anni fa, fece il bello e cattivo tempo nel girone. Probabilmente i giallorossi chiuderanno I giochi ancora prima


    Classifica

    Marcatori