• Home / Sport / Reggina / Reggina: ingresso del tunnel dall’altro lato, l’obiettivo è aggirarlo

    Reggina: ingresso del tunnel dall’altro lato, l’obiettivo è aggirarlo

    Domenica di riposo per la Reggina che si prepara ad affrontare il rush finale di campionato. Raggiungere i play off è un’impresa ai limiti dell’impensabile, ma fino a quando l’aritmetica non mette gli amaranto nelle condizioni di non sperare più bisogna crederci.

    Anche per amor proprio. La Reggina si sta, infatti, tuffando nella fase del girone di ritorno che corrisponde a quella “nera” del girone d’andata.

    Dopo la vittoria di Cosenza iniziò quella fase di stagione che oggi sta minando alla possibilità di giocarsi qualcosa di importante.  Gli amaranto, dopo una notte da primi in classifica seguito all’exploit nel derby, caddero in un tunnel che sembrava senza uscita.  La squadra, allora allenata da Aglietti, fece un punto in sette partite.   Una dopo l’altra: Cremonese, Benevento, Ascoli, Lecce, Alessandria, Como, Brescia.

    Tutte sconfitte, tra un solo pareggio rimediato in casa dei lariani all’inizio del Toscano bis (poi durato due partite). Si tratta, per lo più di squadre di alto livello, ma in un campionato come la Serie B un crollo del genere non è accettato, considerato le distanze ridotte a livello di valori tra chi sta in testa e chi sta in coda. E la Reggina, in quanto a calciatori, non ha molto da invidiare a tante squadre.

    Sabato si va a Cremona e sarà dura.