• Home / Sport / Reggina / Reggina: con Folorunsho il modulo diventa un dettaglio

    Reggina: con Folorunsho il modulo diventa un dettaglio

    Si è detto spesso che alla Reggina manchino gol dai centrocampisti, tiro dalla distanza, capacità di inserimento dalle retrovie, ma anche intensità, rapidità e forza fisica.

    Si tratta di tutte le armi che Michael Folorunsho ha dimostrato di avere nella sua annata trascorsa in riva allo Stretto, quando la sua crescita esponenziale non è casualmente corrisposta dalla salita di rendimento di tutta la squadra.

    Roberto Stellone, non appena lo avrà a disposizione, avrà trovato un calciatore che gli consentirà di avere la massima duttilità.  Può giocare da mezzala,  da trequartista, da seconda punta e all’occorrenza anche da esterno. La possibilità di muovere una pedina così eclettica nell’ambito di uno scacchiere tattico di fatto pone l’allenatore nelle condizioni di poter mandare la squadra con un atteggiamento tattico e modificarlo all’occorrenza.

    Si può passare rapidamente dal 4-3-3, al 4-2-3-1, al 4-4-2, al 4-3-1-2.  In tutti i casi si parla di un elemento che è in grado di fare le due fasi ed oggi è il prototipo del calciatore che serviva alla Reggina.