• Home / Sport / Reggina / Reggina: senza Galabinov, il piatto dei gol piange

    Reggina: senza Galabinov, il piatto dei gol piange

    Si credeva che la gara contro il Perugia avesse potuto, in qualche modo, sbloccare la squadra sul piano realizzativo. Era, in particolare, arrivato il gol dagli esterni che tanto serve nell’economia del bilancio delle segnature delle squadre di Alfredo Aglietti.

    Al momento il gol di Nicola Bellomo è stata una rondine che non ha fatto primavera, tenuto conto che contro il Cittadella si è rinnovato il dato che vede gli amaranto faticare non poco nel fare centro, a meno che a farlo non è il bomber principe.

    Le sei realizzazioni prodotte da Andrey Galabinov rappresentano esattamente il 50% del dato dei gol segnati di squadra.

    Andando a monitorare il “fatturato offensivo” delle squadre che occupano la parte sinistra della classifica solo il Monza e il Perugia  hanno fatto peggio. Il buon rendimento della difesa ha comunque permesso di capitalizzare al massimo la scarsa vena realizzativa palesata fino al momento.

    Il salto di qualità della squadra nel tempo dovrà passare anche da una maggiore prolificità, tenuto conto che i gol servono anche per rimediare ad episodi che, al di là dei demeriti della difesa, possono verificarsi all’interno di un campionato come quello cadetto.