• Home / RUBRICHE / Storie / Napoli:”Indagini Fortugno verso livello politico”

    Napoli:”Indagini Fortugno verso livello politico”

    angelanapoli''L'impressione e' che le indagini sull'omicidio di Francesco Fortugno si stiano finalmente spostando anche verso il livello politico''. A dirlo e' stata la parlamentare di An, Angela Napoli, che stamani e' stata sentita come persona informata sui fatti dai magistrati della Dda di Reggio  che conducono le indagini sul delitto del vice presidente del Consiglio regionale . ''I magistrati – ha spiegato la parlamentare – dopo avere letto le mie dichiarazioni, nelle quali ho sempre


    evidenziato che dietro un omicidio come questo ci sono certamente interessi del mondo politico, oltre che di quello della 'ndrangheta e della massoneria deviata, mi hanno chiesto se c'era qualche notizia particolare della quale sono a conoscenza e che non era contenuta nelle dichiarazioni. Purtroppo non ho potuto dire nulla di piu'. Non sono mai stata omertosa, ma le notizie che vengono diffuse hanno sempre bisogno di un supporto di prova e quindi non ho potuto dare indicazioni precise. Non ne ho potute fare perche' non ne ho sia rispetto alle voci che correvano in Parlamento, sia rispetto ad indagini che la Commissione antimafia non ha potuto fare perche' il lavoro e' stato interrotto per lo scioglimento delle Camere''. ''Va detto che gli inquirenti – ha aggiunto Angela Napoli – avrebbero bisogno di un maggiore supporto informativo e di minore omerta' da parte del mondo politico. Tutti diciamo che c'e' questa collusione in Calabria. E' una collusione che, purtroppo, a differenza di quanto accaduto in Sicilia, non e' stata mai intaccata. Se venisse colpita, forse potrebbe emergere qualcosa di veritiero in merito all'omicidio''. ''Non sono la sola – ha concluso Angela Napoli – ad essere sentita. Ritengo che saranno ascoltati anche altri politici, forse lo sono gia' stati, ma questo non lo so dire. Sono andata piu' che altro perche' mi sembra che ci sia l'intendimento, finalmente, di andare a fare indagini nel campo che finora era stato oggetto di un minimo livello investigativo. Questo mi incoraggia. Certo, tutto deve essere supportato da prove e capisco anche le difficolta'''. (ANSA)