• Home / RUBRICHE / Reggio nei secoli - di Daniele Castrizio / Archeo: vasi calcidesi reggini. Guarda il video

    Archeo: vasi calcidesi reggini. Guarda il video

    castrizio.jpg
    di Daniele Castrizio –
    Chairete! – Oggi vorrei puntare il mio piccolo riflettore su una della più belle, importanti e misconosciute produzioni di Reggio. Si tratta dei cosiddetti Vasi Calcidesi, che, insieme alla ceramica attica ed a quella corinzia

    dominarono l’Occidente greco e il Tirreno in particolare.

    Come ogni cosa che riguarda Reggio, anche i vasi calcidesi sono ignorati dalla cultura imperante, anzi i Greci di Grecia (noi siamo, nella mia mente bacata, i Greci di Italia) pretenderebbero che essi siano una loro produzione (attica!?). In verità, poiché si sono trovati in scavi qui a Reggio degli scarti ceramici, esiste la prova provata che questi splendidi vasi venissero fabbricati da noi.

    Per non annoiarvi, e lasciarvi cogitare sui massimi problemi del mondo (ma l’Inter gioca meglio della Roma?), vi aggiungo solo una suggestione: i vasi calcidesi, che vi invito a vedere nel filmato allegato, erano molto precisi sulle raffigurazioni riguardanti la guerra di Troia. Perché? La mia proposta è che ciò sia in relazione con la presenza di una grande Reggino di quel periodo, Teagene di Reggio, il primo grammatico della storia (avete letto bene, amici riduzionisti e riggiu-non-vindiu-mai-granu-isti: il primo grammatico della storia), che si dedicò con passione alla revisione dei poemi omerici. Io me lo immagino mentre passeggiava per le botteghe dei vasai e li correggeva con quella pignoleria che è connaturata, nell’intero globo terracqueo, solo ai Reggini. “Ma come hai dipinto questa scena, stortu! Ora ti leggo il verso di Omero e poi ti aiuto a rifarla”.

    Consentitemi la battuta: si tratta dell’inventore della Storia della Guerra di Troia a fumetti.

    Scrivetemi cosa ne pensate al mio indirizzo danielecastrizio@gmail.com, oppure presso il mio blog: http://reggioneisecoli.blogspot.com

    Eu prattein!