• Home / RUBRICHE / Lettere a Strill / “Svegliati sei a Reggio”

    “Svegliati sei a Reggio”

    Riceviamo e pubblichiamo:

    E’ da qualche tempo che in  città girano sempre gli stessi detti, e credo che ci siamo o ci hanno montato la testa e sono sicuro che qualcuno se la sia montata abbastanza.

    Proprio stamane ho visto la pubblicità della mia città su una rete privata di livello nazionale, la cosa non mi ha stupito, anzi sono felice che la mia amata Reggio, “Turistica”, città del Mediterraneo come recitava lo spot, senza alcun problema, come Barcellona, sia reclamizzata in tutta Italia.

    Nel mio dolce risveglio e ottimo inizio di giornata, contento, comincio ad analizzare velocemente e penso:

    Cosa mancherà alla mia terra “Turistica” in confronto ad altre località turistiche sia italiane che internazionali? Conosciute per il servizio turistico che offrono: l’acqua, la pulizia, i servizi, l’ordine, le strade con un asfalto idoneo, l’illuminazione, le strutture turistiche e non, le fogne nuove, i depuratori, etc.

    Dopo il breve pensiero come ogni mattina mi ritrovo catapultato nella dolorosa realtà constatando le falsità mediatiche che ci trasmettono.

    Visto che non sono mai stato abituato a pensare male cerco di convincermi che tutto questo rientri negli sforzi e nei programmi della Giunta Comunale per rendere la città unica nel suo genere.

    Ed a rendere ancora più unica Reggio Calabria, rispetto alle altre capitali del turismo, sono i numerosi “artisti di strada” presenti in giro per i quartieri.

    L’altra sera mi faccio un giro a Borgata Giardini, rione popolare della circoscrizione di Sbarre, e mentre ero seduto fuori in compagnia di alcune famiglie che popolano il suddetto quartiere, abbiamo assistito ad uno “spettacolo” unico nel suo genere che solo la Reggio “Turistica” offre come repertorio, il “Circo dei topi acrobatici”.

    Sopra la nostra testa dei topi passeggiavano tranquillamente con assoluta capacità d’equilibrio sui fili della luce posti proprio sopra le nostre teste scambiandosi di posizione ripetutamente, mentre altri “colleghi” attraversavano la strada formando figure bellissime arrotolandosi, giocherellando in piena tranquillità.

    Gli stessi abitanti sorpresi e sbalorditi mi hanno detto che questo “splendido” spettacolo si ripete ogni giorno e ogni notte e non solo nella loro borgata, ovviamente non sapendo che è tutta la città a gioire delle spettacolari perfomances di questi splendidi “artisti di strada” e del loro fantastico Circo.

    Oggi è stata mandata da me, una richiesta alla Leonia S.p.a., società mista che ha in carico l’interventi di derattizzazione, con priorità urgente, sperando in un tempestivo intervento nel quartiere di Borgata Giardini.

    Colgo l’occasione di questo articolo per cercare di sensibilizzare, sperando che anche stavolta l’ennesimo sforzo sia invano, l’amministrazione comunale, chiedendo soprattutto di velocizzare i tempi, ormai biblici, di intervento di alcuni settori del comune.

    Di cercare di investire i soldi, se ne sono rimasti, sulle strutture primarie, come reti fognarie, condotte di acqua, ristrutturazione di edifici adibiti al pubblico esercizio etc.

    A tal proposito ricordo che la circoscrizione di cui io faccio parte è da due anni “accampata” in un edificio adibito a centro sociale per anziani, creando disagi continui al lavoro svolto dal personale del servizio socialee civile e a quello svolto dal personale della circoscrizione. Un centro che tutto è meno che per anziani, non esiste adeguamento all’antinfortunistica, alla legge 626 e non esiste l’abbattimento delle barriere architettoniche, cosa di fondamentale importanza per gli anziani.

    Tutto questo ed altro ancora più volte segnalato agli assessori di competenza, che per i “troppi impegni avuti” non ci hanno potuto dare retta, tra tutti l’assessore ai lavori pubblici Sarica più volte da noi convocato e contattato, ma non si sa per quale motivo non ci vuole degnare della sua presenza in circoscrizione.

    Dopo tutto questo do un consiglio alla giunta, che è quello di cambiare slogan, invece di “Svegliati sei a Reggio Calabria” io proporrei “Smetti di sognare, svegliati sei a Reggio Calabria”.

     

    La Camera Massimiliano

    Capogruppo PRC VI Circoscrizione (Sbarre)