• Home / PUBLIREDAZIONALE / Publiredazionale / Una birra? Nooo: “Labbirra” !!!

    Una birra? Nooo: “Labbirra” !!!

    Perchè accontentarsi? Perchè bere “una birra” in “un locale” e non in un luogo creato appositamente per la valorizzazione di quanto di meglio esista nel panorama nazionale ed internazionale del mondo birrario artigianale? E perchè non accompagnare il buon bere con i piatti della tradizione nazionale, iniziando questo “viaggio” dalla capitale? Noi, italiani e non solo, che non intendiamo rinunciare alla qualità, all’eccellenza senza fronzoli ma con l’attenzione verso il sobrio ed il bello, vogliamo coniugare il piacere del buon mangiare a quello del buon bere, senza se e senza ma, nell’ambiente giusto: non pretenzioso ma adeguatamente contestualizzato e pertanto prezioso. Per rendere la scelta della birra, del buon bere coniugato al buon mangiare, un percorso emozionale unico che inizia dal momento in cui entri in questa dimensione. In un palazzo fra i più antichi della città, in uno “sfoggio discreto” dell’architettura su cui è costruita la nostra storia: le pareti messe parzialmente a nudo rievocano i secoli scorsi, fra volte a crociera, pietre e mattoni pieni, valorizzate da luci calde e soffuse che creano l’atmosfera esperienziale adeguata. Con qualche tocco di colore artistico in contrasto, ma sapientemente inserito, di complemento alla sobrietà ed all’essenzialità dell’arredo di stile industriale. Ed è qui che puoi gustare ogni qualità e sfumatura dei sapori, godere dei profumi dei luppoli più pregiati, ove gusto ed olfatto trovano la giusta collocazione ambientale, ove anche se da solo sei sempre in compagnia. Una pilsner, una bock o una trappista, ma se preferisci una saison, una ipa oppure una apa, una weisse o una blanche, ma se vuoi anche una stout, una porter o una lambic, una golden ale oppure una belgian strong ale. Accompagnandole con un piatto semplice ma prelibato, quale i classici “cacio e pepe”, pasta e fagioli, oppure il “pane cunzato e caliato” (una specialità della casa), gli hamburger, ma anche tanti piatti vegetariani e vegani.

    Nella nostra città noi del gruppo “ciàputimufari” ( Spaccanapoli, Ciroma, Birribasta, Al Clubbino) siamo stati i primi a proporre ai clienti le birre artigianali: “Labbirra” costituisce la punta di diamante di questo percorso. Che ha fatto in modo che si sviluppasse un’attenzione particolare verso la birra artigianale, quella di qualità. E per questo ci concediamo una battuta: una volta tanto, se il Sole 24 ore stilasse una classifica al riguardo, Reggio potrebbe ben risultare fra le primissime città in Italia!

    “Labbirra” si trova in via Demetrio Tripepi, numero civico 81.