• Home / EDITORIALI / Editoriali / Tonino Perna è la migliore scelta possibile per area dello Stretto, ora i Sindaci parlino insieme ai cittadini

    Tonino Perna è la migliore scelta possibile per area dello Stretto, ora i Sindaci parlino insieme ai cittadini

    di Giusva Branca – Siamo cresciuti imbevuti nel concetto di crescita continua, nell’idea – diffusa – che il domani dovesse essere necessariamente migliore di oggi, fosse esso una declinazione del Pil o, più semplicemente, della scalata socioeconomica dei contesti di riferimento.
    E, crescita dopo crescita, non ci siamo mai posti il dubbio di dove fossimo diretti, di cosa sorreggesse questa crescita continua e anche la pretesa di essa che albergava in ciascuno di noi.
    Tutto ciò ha – silenziosamente ma inesorabilmente – cambiato il nostro modo di essere. Decennio dopo decennio con sempre meno fame, sempre meno voglia e capacità di esplorare il futuro, di cercare vie nuove, concorrenti o alternative alla crescita continua, quasi per diritto divino.
    Qualcuno passerà a pagare – abbiamo sempre pensato – mentre la realtà era quella del Filippino di Paolo Rossi che doveva rassettare il disordine regolarmente creato dai padroni di casa: “…qualcuno passa, ma chi cazzo passa…io passa…”
    E quando il tempo ha fatto uscire di scena il Filippino non è più passato nessuno a tenere in piedi la palafitta della crescita costruita sull’acqua.
    E intanto nessuno era stato più capace di leggere oltre, di avere una visione di futuro o anche di ritorno al passato ma coniugato al presente e alle sue dinamiche reali, di Cenerentola a mezzanotte e della carrozza ridiventata zucca.
    E allora ecco che la nomina del prof. Perna quale vicesindaco di Reggio e, soprattutto, titolare di deleghe di importanza strategica per il futuro è una chance irripetibile. Lo spessore etico, morale e intellettuale del prof. Perna travolge ogni ragionevole dubbio e a lui Falcomatà affida – come detto – in una sorta di ritorno al futuro la sfida delle sfide: realizzare, nei fatti, quell’area dello Stretto per la quale il prof. Perna si è già speso in passato (anche dall’altra sponda dello Stretto).
    Una vera conurbazione è possibile, fin da subito, attraverso atti condivisi tra le due amministrazioni comunali (e metropolitane) e, soprattutto, attraverso la visione di prospettiva che solo uomini come Perna possono garantire.
    Ecco, Tonino Perna può rappresentare – veramente – il ponte tra Reggio e Messina e in questo senso strill.it continuerà a spendersi anche per fare sedere allo stesso tavolo Falcomatà e de Luca, al fine di disegnare assieme il futuro di un territorio, l’area dello Stretto, che gli eventi non consentono più possa essere diviso da un pò di acqua salata.
    Da oggi il disegno di tutto ciò è in mano alla migliore persona che ci si potesse augurare, il prof. Tonino Perna