• Home / In evidenza / Cani e gatti avvelenati, i numeri della vergogna in Calabria e Sicilia

    Cani e gatti avvelenati, i numeri della vergogna in Calabria e Sicilia

    Oltre mille tra cani e gatti morti avvelenati negli ultimi 60 giorni questi sono i numeri della vergogna di Calabria e Sicilia. Maglia nera le provincie di Catanzaro con oltre 150 cani e gatti morti negli ultimi mesi, mentre nelle provincie di Ragusa ed Agrigento in Sicilia i numeri sono anche superiori.

     

    E purtroppo nemmeno uno dei responsabili di questi avvelenamenti di massa è stato definitivamente assicurato alla giustizia, gli ultimi casi riguardano avvelenamenti di massa a Gimigliano in provincia di Catanzaro dove però la sindaca pare che stia dando finalmente una scossa all’ambiente. In Sicilia invece le situazioni di susseguono come quella di Ribera in provincia di Agrigento dove è dei giorni scorsi il ritrovamento di alcuni cani uccisi dal veleno sui quali stanno indagando i carabinieri del luogo. “Non sono certamente solo Sicilia e Calabria le regioni dove è diffusa la pratica vergognosa di uccidere gli animali con il veleno- scrive in una nota AIDAA Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente- ma teniamo acceso il focus su queste due regioni perchè i numeri degli ultimi mesi sono davvero spaventosi e torniamo a ribadire che solo una seria campagna di sterilizzazioni, ed un aumento delle pene potranno porre fine a questa ignobile situazione”.