• Home / INCHIESTE / Dossier Città metropolitana / Dossier Città Metropolitana – Perimetrazione di Reggio: solo 21 Comuni secondo l’Institut d’Estudis Regionals i Metropolitans de Barcelona

    Dossier Città Metropolitana – Perimetrazione di Reggio: solo 21 Comuni secondo l’Institut d’Estudis Regionals i Metropolitans de Barcelona

    reggio_calabria
    di Damiano Praticò –
    La Città Metropolitana di Reggio Calabria, come abbiamo già visto, non ha

    ancora individuato una sua

     

    delimitazione amministrativa. In questo, almeno per quanto riguarda le Città Metropolitane individuate dal Parlamento, è in compagnia di Milano, Roma, Torino e Napoli.

    Proprio in riferimento alla perimetrazione delle Città Metropolitane e, più in generale, delle Aree Metropolitane, l’Institut d’Estudis Regionals i Metropolitans de Barcelona ha pubblicato nel 2009 uno studio che individua ipotetiche delimitazioni amministrative attribuibili a determinate aree metropolitane italiane.

    L’analisi è stata condotta facendo riferimento a due tipi di perimetrazione: quella morfologica, cioè in base alla densità di popolazione di un territorio, e quella funzionale, basata sui flussi pendolari di un’area. Quest’ultima, come vedremo, può interessare enormemente la Città metropolitana di Reggio.

    PERIMETRAZIONE MORFOLOGICA

    Secondo i dati dell’Institut d’Estudis Regionals i Metropolitans de Barcelona, un agglomerato metropolitano, in base alla perimetrazione morfologica, viene costruito attorno a Comuni con almeno 100.000 abitanti e 1500 abitanti per km². Vengono aggregati, altresì, Comuni contigui che soddisfino una densità media nell’area di oltre 1.500 ab/km². Il totale dell’area deve essere superiore a 250.000 abitanti.

    La perimetrazione morfologica ha individuato in Italia 12 agglomerati metropolitani. Tra di essi, Reggio Calabria è assente.

    PERIMETRAZIONE FUNZIONALE

    Per la perimetrazione funzionale, l’Institut d’Estudis Regionals i Metropolitans de Barcelona ha utilizzato due metodi differenti al fine di tracciare i perimetri delle aree metropolitane italiane:

    – i: metodologia FURs (Functional Urban Regions)
    – ii: metodologia DMAs (Dynamic metropolitan areas)

    In questo delimitazione, la ‘città centrale’ deve contare almeno 50.000 abitanti. In base al peso demografico, la perimetrazione funzionale individua quattro livelli di aree metropolitane:

    – Livello A (più di 1.000.000 di abitanti), grandi aree metropolitane
    – Livello B (tra 250.000-1.000.000 di abitanti), medie aree metropolitane
    – Livello C (tra 100.000-250.000 abitanti), piccole aree metropolitane
    – Livello D (meno di 100.000), aree urbane

    i) Functional Urban Regions (FURs)

    Sono 82 le FURs individuate in Italia. Esse contengono il 43% dei Comuni (3493), il 67% della popolazione totale (38,6 milioni) e il 71,5% degli occupati (14,5 milioni). Reggio Calabria si presenta tra le FURs di livello B, composta da 21 Comuni (Bagaladi, Bagnara Calabra, Bova Marina, Calanna, Campo Calabro, Cardeto, Condofuri, Fiumara, Laganadi, Melito di Porto Salvo, Montebello Ionico, Motta San Giovanni, Reggio di Calabria, Roghudi, San Lorenzo, San Roberto, Sant’Alessio in Aspromonte, Santo Stefano in Aspromonte, Scilla, Villa San Giovanni, Roccaforte del Greco) con una popolazione di 266.731 abitanti su una superficie di 853 km².

    Di seguito i 4 livelli di FURs:

    – Livello A (6)
    – Livello B (35)
    – Livello C (38)
    – Livello D (3)

    ii) Dynamic metropolitan areas (DMAs)

    Sono 86 le DMAs individuate in Italia. Esse contengono il 49,9% dei Comuni italiani (3962), il 69,4% del totale della popolazione italiana (39,6 milioni) e il 74,4% di occupazione (14,2 milioni di posti di lavoro). Reggio Calabria si presenta tra le DMAs di livello B composta da 21 Comuni (Bagaladi, Palizzi al posto di Bagnara Calabra, Bova Marina, Calanna, Campo Calabro, Cardeto, Condofuri, Fiumara, Laganadi, Melito di Porto Salvo, Montebello Ionico, Motta San Giovanni, Reggio di Calabria, Roghudi, San Lorenzo, San Roberto, Sant’Alessio in Aspromonte, Santo Stefano in Aspromonte, Scilla, Villa San Giovanni, Roccaforte del Greco) con una popolazione di 258.504 abitanti su una superficie di 881 km².

    Di seguito i 4 livelli DMAs:

    – Livello A (7)
    – Livello B (32)
    – Livello C (40)
    – Livello D (7)

    *
    In conclusione, quindi, secondo l’ Institut d’Estudis Regionals i Metropolitans de Barcelona, la perimetrazione funzionale della Città Metropolitana di Reggio Calabria dovrebbe includere, sia nella metodologia FURs sia in quella DMAs, solo 21 Comuni dei 97 facenti parte della Provincia. Unica differenza: Bagnara, presente nella prima, è sostituita da Palizzi nella seconda.