• Home / EVENTI / Tabularasa 2013 / Tabularasa “Alone”:Gaetano Tramontana regala nuova luce al pifferaio di Hamelin

    Tabularasa “Alone”:Gaetano Tramontana regala nuova luce al pifferaio di Hamelin

    La sezione “Alone” di Tabularasa ha registrato un altro momento di altissimo livello con l’interpretazione di Gaetano Tramontana, di “Spazioteatro”. “La vera storia del pifferaio di Hamelin” ha letteralmente inchiodato sulle sedie il pubblico di “Torre Nervi” e la metafora dell’incantatore, in qualche misura dell’ingannatore, applicata ai tempi nostri, a coloro i quali hanno ricevuto deleghe in bianco dal popolo, a quei politici che non mantengono le promesse ha suscitato più di uno straordinario spunto per riflettere. Ma la chiave di volta dello spettacolo sta proprio nel rovesciare questa, che da anni è la chiave interpretativa del testo per restituire, come è scritto nella scheda di presentazione dello spettacolo, “una nuova dignità: la dignità di artista che fa dell’arte il senso della propria vita e che incontrando le istituzioni viene da esse sfruttato e truffato, il tutto nell’incapacità della società di riconoscerne i meriti e di prendere posizione contro l’ordine costituito. Ma la storia del Pifferaio è anche la storia del piccolo abitante di Hamelin che a causa di un lieve handicap fisico non riesce a stare al passo coi suoi coetanei, chiudendosi in un mondo tutto suo; e proprio il suo handicap, tenendolo distante dagli altri ragazzi, lo salva e gli dà la possibilità a sua volta di salvare l’intera città e la stessa reputazione del Pifferaio. Ed è proprio il ragazzino, diventato abbondantemente adulto, che racconta agli spettatori la storia dall’alto della sua esperienza diretta: diventato depositario dei segreti del Pifferaio, le sue parole evocheranno oggetti, immagini e atmosfere per una nuova versione di una delle fiabe più belle del mondo”