• Home / EVENTI / Tabularasa 2010 / Lorenzo Fazio e la bella storia di Chiarelettere

    Lorenzo Fazio e la bella storia di Chiarelettere

    faziolorenzo

    Quella di “Chiarelettere” è una strana storia: probabilmente una storia altamente emblematica della fase storica che sta vivendo il Paese, una fase caratterizzata da spinte e controspinte, da tentativi di sedazione che convivono ogni giorno con fermenti di natura uguale e

    contraria.

    Il patron, in qualche modo il “papà” di Chiarelettere, Lorenzo Fazio, ha seguito per tutta la sua durata “Tabularasa”. lo ha fatto certamente per stima e fiducia nella manifestazione stessa, ma lo ha fatto ancor di più per respirare a pieni polmoni l’aria di una certa Calabria poco conosciuta fuori dai suoi confini territoriali.

    “Crediamo” – ha detto Fazio – “che il Paese abbia bisogno di chi racconti ancora le cose, di chi si interessi di certe storie, soprattutto se scomode, dimenticate. La soddisfazione più grande” – ha concluso Fazio – “è stata certamente rappresentata dalla risposta immediata della gente, dei lettori che hanno da subito condiviso l’idea, il progetto”.