• Home / CITTA / Vibo Valentia / Avvistamenti Teatrali, a Ricadi arriva la VI edizione della rassegna sulla nuova drammaturgia

    Avvistamenti Teatrali, a Ricadi arriva la VI edizione della rassegna sulla nuova drammaturgia

    Dieci eventi in cartellone, 4 spettacoli selezionati tra le proposte teatrali più interessanti del panorama italiano, tra teatro d’autore e intelligente ironia, ma anche cinema sotto le stelle, tramonti letterari e passeggiate archeologiche. Si presenta così la VI edizione di Avvistamenti Teatrali, la rassegna dedicata alla nuova drammaturgia contemporanea che dal 5 al 21 agosto animerà l’anfiteatro Torre Marrana di Ricadi (VV), uno degli scenari più suggestivi della Costa degli Dei.

    Nel luogo dove il teatro attivo dista oltre 100 chilometri, l’Associazione Avvistamenti, da cui prende il nome la rassegna che porta la direzione artistica di Andrea Paolo Massara e quella organizzativa di Maria Irene Fulco, porta avanti con caparbietà e dedizione un progetto di spessore per garantire un’offerta culturale di rilievo non solo ai turisti ma alla comunità del luogo.

    «Torniamo con un cartellone che guarda non solo al teatro – commenta Andrea Paolo Massara – ma ad una programmazione culturale ad ampio raggio che abbraccia arti e discipline diverse, dal cinema allo yoga. L’intento è quello di coinvolgere nuovo pubblico, di avvicinarlo ai linguaggi del contemporaneo, ma anche di trasformare questo luogo in un centro culturale. Per questo abbiamo introdotto anche il cinema, oltre ad eventi collaterali ad ingresso gratuito, perché siamo convinti che questo luogo non può essere solo un bagliore estivo di eventi mondani, al contrario uno spazio che ha tutto il potenziale per diventare fucina di progetti e scambi culturali in grado di aprire riflessioni sul presente. Basti pensare che a Vibo all’epoca dei romani c’era un antico teatro oggi sepolto. Circa 2500 anni fa il teatro c’era, oggi da 6 edizioni c’è questo presidio che cerca di svolgere la funzione sociale propria del teatro».

    Il programma di Avvistamenti 2022

     

    Sarà la donna e il mondo femminile il filo conduttore della programmazione 2022, un tema molto caro ad Avvistamenti che da sempre porta in scena storie importanti di donne caparbie e indipendenti e che quest’anno sarà il fulcro del cartellone: dal teatro e al cinema si parlerà di patriarcato, di amore, di riscatto, dei cambiamenti sociali radicali dovuti alla pandemia. Tutte tematiche attuali che pongono al centro le donne, donne forti, determinate, ribelli. Ci saranno anche donne interpretate da uomini, come nella grande tradizione teatrale elisabettiana.

    Il cartellone della IV edizione, realizzato con il patrocinio e il contributo del comune di Ricadi e grazie al sostegno di Capo Vaticano Resort Thalasso Spa e Ristorante de’ Minimi Villa Paola Tropea,  si aprirà il 5 agosto con il pluripremiato spettacolo del Collettivo LunAzione – Premio Scenario Periferie 2019, Premio Fersen alla regia 2022 e finalista al Premio In-box 2021 – Il Colloquio per la regia di Eduardo Di Pietro, un lavoro che mescola dramma e ironia nel racconto di tre donne che aspettano di incontrare i loro mariti, ogni mese, al carcere di Poggioreale.

    Claudio Batta il 9 agosto presenta il suo ultimo lavoro, Agrodolce. Scritto a quattro mani dallo stesso Batta insieme a Riccardo Piferi, Agrodolce fa ridere e riflettere intorno ai temi del cibo e degli sprechi alimentari.

    Dalla pandemia, al patriarcato, al nuovo femminismo, sono queste le tematiche di Aristotele’s Bermuda, il nuovo lavoro scritto, diretto e interpretato da Luisa Merloni che torna il 12 agosto a grande richiesta a Torre Marrana con una divertente stand-up d’autore, che ha già conquistato pubblico e critica.

    A chiudere il cartellone degli spettacoli una delle compagnie più amate del teatro contemporaneo con lo spettacolo vincitore del Premio Ubu 2020/2021 come miglior testo teatrale. Il 19 agosto arriva la Piccola Compagnia Dammacco con Spezzato è il cuore della bellezza. Un racconto tutto al femminile sull’amore che s’interroga nel profondo, su quella linea sottile che separa l’amare e l’essere amati dalla tossicità e dalla dipendenza.

    Tra gli eventi speciali, il 14 agosto, la proiezione del film Una Femmina di Francesco Costabile, alla presenza del regista, candidato al David di Donatello come miglior regista esordiente 2022, con un film ambientato in Calabria di grande impatto. Un evento in cui il teatro torre Marrana si trasformerà per la prima volta in un grande cinema all’aperto.

    Fra gli altri appuntamenti, si segnalano tante occasioni a ingresso gratuito: le amatissime lezioni di yoga al tramonto, gli eventi letterari e musicali al tramonto e la visita guidata dell’area archeologica con la dottoressa Mariangela Preta, direttrice del polo museale di Soriano.