• Home / In evidenza / Sequestro di banconote contraffatte e fuochi d’artificio. Un arresto nel Vibonese

    Sequestro di banconote contraffatte e fuochi d’artificio. Un arresto nel Vibonese

    I Carabinieri della Stazione di Soriano Calabro e i Cacciatori dello Squadrone Eliportato sono stati impegnati in una serie di controlli preventivi nel territorio delle serre vibonesi.

    Nel corso di una perquisizione è stato fatto un importante rinvenimento di una mazzetta da settanta banconote da 5 euro, mai circolate, perfettamente identiche a quelle aventi corso legale eccezion fatta per il numero di serie risultato essere uguale per tutte. Nello stesso accertamento sono anche stati scoperti una decina di chili di giochi pirotecnici detenuti senza le previste autorizzazioni.

    Con il costante coordinamento della Procura della Repubblica di Vibo Valentia, guidata dal Procuratore Camillo Falvo, è scattato così l’arresto per il possessore del materiale indicato, provvedimento convalidato dal giudice per le indagini preliminari che ha disposto gli arresti domiciliari.

    Hanno pesato, nella decisione del giudice, i precedenti del presunto autore delle attuali condotte illecite oltre alla intrinseca pericolosità della detenzione, che si presume finalizzata alla spendita, delle banconote contraffatte in relazione alle negative ricadute sulla fede pubblica e sulla regolarità delle transazioni commerciali.

    La Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo sul caso e disposto accertamenti al fine di verificare di tracciare la provenienza delle banconote e quale sia la loro diffusione nella provincia considerato che potrebbe trattarsi di un episodio non isolato e che il taglio delle stesse ne favorisce una rapida circolazione rendendo il fenomeno particolarmente insidioso.