• Home / CITTA / Vibo Valentia / Vibo, sequestro discarica: la soddisfazione del Wwf

    Vibo, sequestro discarica: la soddisfazione del Wwf

    Soddisfazione per l’operazione che ha portato al sequestro di una discarica abusiva di materiali vari in una località non distante dall’Oasi del Wwf del lago Angitola e un appello a tutti gli organi di vigilanza sul territorio perchè vengano intensificate le attività di controllo di questa zona umida “riconosciuta a livello internazionale per il suo alto valore naturalistico che, nonostante i vincoli di tutela, continua a subire ripetuti attacchi alla sua integrità ambientale”. E’ quanto dichiara in una nota Fulco Pratesi presidente onorario WWF Italia, dopo il sequestro nel vibonese di una discarica abusiva di rifiuti speciali, in un territorio che invece “dovrebbe essere considerati come degli autentici santuari della natura da tutelare con ogni mezzo”. Nei mesi scorsi, dopo una lettera del Wwf ai sindaci dei due Comuni interessati, Maierato e Monterosso Calabro, erano stati rimossi dei rifiuti ingombranti abbandonati da ignoti lungo la statale 110 e sulla strada di bonifica che conduce alla Fiumara Reschia. E’ solo di pochi giorni fa l’intervento di una squadra di operai e di Vigili Urbani di Monterosso, impegnati per rimuovere un’altra discarica a poche centinaia di metri dall’Oasi, nei pressi della splendida Fiumara Reschia, in località “ponte del Colonnello”, dopo una lettera inviata dal WWF al Sindaco del Comune mentre altri sequestri sono stati operati dal Corpo Forestale dello Stato. Inoltre, anche quest’anno sono state numerose le chiamate dei volontari del Wwf sia ai Vigili del Fuoco che al numero verde della Protezione Civile per segnalare gli incendi che puntualmente vengono appiccati in periodo estivo ai confini o dentro l’area protetta, come quello dello scorso 13 luglio. (Apcom)