• Home / CITTA / Vibo Valentia / Vibo, Rotary premia Natuzza

    Vibo, Rotary premia Natuzza

    Domani sera, sabato, alle ore 17,30 la piazza della Fondazione Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime di Paravati, ospiterà la “Giornata della Cultura, del servizio e della comunicazione”, organizzata dal RotaryClub di Vibo Valentia.Saranno presenti autorità rotariane, istituzionali, gruppi di preghiera.Il Rotary International sarà rappresentato dal Past Governor Vito Rosano, coordinatore della Zona 12 Italia, Albania, Malta e San Marino; dal Past Governor Natale Naso e dal Governatore eletto del Distretto 2100 Francesco Socievole.  L’evento inizierà con un breve indirizzo di saluto del Presidente Giuseppe Sarlo, proseguirà con la concelebrazione della santa messa presieduta dal Vescovo di Mileto, Nicotera e Tropea mons. Luigi Renzo. Poi la lezione magistrale sulla comunicazione da parte di mons. Salvatore Nunnari, arcivescovo metropolita di Cosenza e Bisignano.Presieduta dallo stesso Vescovo mons. Luigi Renzo avrà, poi, luogo la cerimonia di consegna dei premi “Seminatore della speranza 2008” a Padre Pasquale Barone, Presidente della Fondazione, a Andrea Frezza, regista e scrittore, a Pino Nano Capo redattore della sede Rai della Calabria.La seconda parte dei lavori prevede la proiezione di un video sul progetto della Fondazione e contiene, tra l’altro, una intervista di Padre Michele Cordiano a Natuzza Evolo.Poi il momento centrale dell’evento con la consegna della più alta onorificenza del Rotary International, la Paul Harris Fellow a Natuzza Evolo.L’ evento che sarà presentato da Stella Pagano, si concluderà con il reality di Gennaro Calabrese “La strana famiglia”.I premi “Seminatore della speranza”, una targa artistica opera del maestro orafo di Crotone, Gerardo Sacco, è alla sua seconda edizione. Nel 1994 è stata assegnata al Presidente dell’Ordine dei Giornalisti Lorenzo Del Boca, al Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri, al segretario regionale e componente della giunta esecutiva della Federazione Nazionale della Stampa Carlo Maria Parisi, al Procuratore della Repubblica Alfredo Laudonio, al Segretario nazionale della Fip Cisal, Nicola Maria Cavallaro, al vice questore Rodolfo Ruperti.Il Rotary Club di Vibo Valentia quest’anno assegna l’ambito riconoscimento a tre personaggi di forte caratura: Padre Pasquale Barone, Presidente della Fondazione di Paravati. E’ stato il primo attento osservatore e “curatore” del fenomeno Natuzza. Ha seguito sin dall’inizio con felice intuizione l’evoluzione  spirituale della mistica di Paravati, permettendo alla Fondazione di diventare il più ideale supporto al progetto voluto dalla stessa Natuzza.Andrea Frezza, regista e scrittore, vibonese, ha studiato architettura a Roma, antropologia a Parigi e si è diplomato in regìa e sceneggiatura ciematografica e televisiva alla scuola nazionale del cinema di Roma. Ha insegnato all’Università del cinema di Santa Monica in California, ha scritto e diretto alcuni film e pubblicato numerosi romanzi. Il suo primo film è stato “Il gatto selvaggio”, girato in parte anche a Vibo Valentia, mentre il suo primo romanzo si intitola “Le segrete stanze”.Ha lavorato a Londra e Berkeley. E’ stato in Africa ( Sahara, Senegal, Mali, Niger, Costa d’Avorio) dove ha prodotto un film musicale “Khavarè”. E’ tornato a Vibo Valentia  ed ha proposto uno splendido progetto al Comune: La fabbrica della cultura. Un’idea utile per promuovere arte e cultura e dare spazio alla creazione di una università del cinema. Potrebbero tenerla a battesimo gli stessi cineasti ospiti la settimana scorsa nella nostra città: Ugo Gregoretti, Ettore Scola, Cetto Maselli, Giorgio Arlorio, Nino Russo.Pino Nano, redattore  capo della sede rai della Calabria, è di Sant’Onofrio. Da otto anni, dirige la Tgr ed è impegnato in una forte e delicata opera di informazione. Ha raccontato  la Calabria di ieri anche nei suoi libri, oggi la fa vedere attraverso Rai 3, ma svolge il suo impegno anche in favore di questa delicate fascia della Calabria, il vibonese, in cui si sforza di far emergere anche la positività della gente che lavora,  produce e tenta disperatamente di offrire la faccia della medaglia più ideale.E’ uno dei giornalisti più completi della odierna informazione televisiva ed è un vanto per la provincia di Vibo Valentia.