• Medici aggrediti in tutta la Calabria, il Garante della Salute fa i nomi: “Serve un sistema di sicurezza”

    Di seguito la nota del Garante per la Salute:

    Dopo l’aggressione subita nei mesi scorsi dal Dott. Francesco Nasso, Direttore della
    UOC di Medicina Interna di Polistena, la cronaca odierna registra le ennesime
    aggressioni ai danni del personale sanitario, che ieri si sono consumate al Pronto
    Soccorso di Locri ai danni del Dott. Bernardo Abenavoli e all’ Ospedale Jazzolino di
    Vibo Valentia ai danni della Dott.ssa Tiziana Sacco e del Dott. Antonio Loiacono, tre
    professionisti impegnati anch’essi in prima linea ai quali va la mia totale solidarietà
    oltre alla condanna assoluta verso comportamenti cosi violenti che incutono nella
    cittadinanza momenti di smarrimento profondo.

    “ Non è più possibile assistere ad eventi di violenza inaudita nei confronti dei medici
    – ha dichiarato il Garante della Salute, Anna Maria Stanganelli – che minano l’attività
    di professionisti che operano con grande dedizione negli ospedali. Mi attiverò per
    condividere con le autorità competenti la necessità di un sistema efficiente e di
    sicurezza all’interno di ogni struttura sanitaria in particolare nel Pronto Soccorso.”