• Home / CALABRIA / Roccella Jonica- Presentato il libro “Anelito soffio dell’anima” di Raffaela Condello

    Roccella Jonica- Presentato il libro “Anelito soffio dell’anima” di Raffaela Condello

    Nel magnifico scenario del lungomare di Roccella Ionica, “Bandiera Blu” anche per il 2022, presso la sede della Lega Navale è stato presentato il libro “Anelito soffio dell’anima” di Raffaela Condello.

    Una serata di grandi emozioni e forti sentimenti che hanno accompagnato il pubblico nel corso della presentazione dell’opera. Una presentazione che ha aperto la stagione culturale 2022 del Comune di Roccella Ionica per iniziativa del Club per l’Unesco di Gioiosa Ionica, presieduto da Nicodemo Vitetta. Il libro dell’autrice, psicologa e pedagogista di Palmi, contiene un “delicato e soave inno alla vita” ricco di riflessioni e aforismi dettati dall’esperienza e dalla contemplazione della bellezza del creato. Un libro, definito, “di grande impatto emotivo” e in sinossi con le altre due opere che l’autrice ha prodotto nel corso di questi ultimi due anni come “Io tra di voi. Diario di paura liquida da Covid-19” e “Profumo di bianca zagara” dove in tutte e tre le opere è prevalente “un progetto di empatia umana” a beneficio dell’anima. Nel libro presentato a Roccella sono, infatti, più di trecento le massime che parlano del mondo privato e professionale dell’autrice, della sua intima spiritualità e della fede in Dio, della sua grande empatia con il prossimo e della partecipazione emotiva. Dopo i saluti dell’assessore comunale alla cultura, Bruna Falcone, a presentare il libro a Roccella erano il giornalista Giorgio Metastasio e il teologo padre Francesco Carlino dove, entrambi hanno evidenziato come nell’opera della Condello è prevalente il sacrificio, l’amore, l’emozione, la passione, la speranza. “Perle di buon senso,- è stato detto – espressione della sua attività professionale di educatrice e risultato dei suoi intensi studi e ricerche. “L’autrice con quest’opera – ha detto Metastasio – ha realizzato il “farmaco della mente”; un libro per risollevarsi dalle cadute, dal dolore, dalle sofferenze; un libro per tutti e per la gioia di vivere”. Accattivante, poi, la lettura del “bugiardino”, il classico foglietto illustrativo dei medicinali, che, fuori testo, ha ulteriormente conquistato la curiosità dell’attento uditorio per l’originalità e la simpatica descrizione degli effetti benefici e di quelli indesiderati in chiave ironica e sdrammatizzante. Profonde e articolate le riflessioni di padre Carlino che ha intersecato molte delle meditazioni dell’autrice con il pensiero filosofico di molti autori e mistici contemporanei su quel grande mistero di Dio e dell’uomo. “Il libro della viCondello – ha detto padre Francesco – è destinato ad entrare nella storia e nella scia di quei capolavori dell’anima campaci di penetrare la dura corteccia dell’esistenza”.