• Home / In evidenza / Reggio Calabria – Rifiuti bruciati e abbandonati ovunque, Errante: “Differenziate, denunciate e insieme fermeremo gli incivili”

    Reggio Calabria – Rifiuti bruciati e abbandonati ovunque, Errante: “Differenziate, denunciate e insieme fermeremo gli incivili”

    di Grazia Candido – “Il sistema sulla gestione rifiuti ha fallito in toto, la gente non differenzia più e troviamo quotidianamente, le periferie, le strade, tutta la città invasa dai rifiuti”.
    Non le manda a dire il Coordinatore regionale per il Sindacato Unitario Lavoratori (Sul Calabria), Antonello Errante, da sempre in prima linea sull’atavica problematica relativa al ciclo integrato dei rifiuti, “un problema – ci tiene a precisarlo – che Reggio Calabria si trascina da un decennio”.

    “Siamo in perenne emergenza e mi dispiace ribadire che né la Regione, né la Città Metropolitana ha predisposto una effettiva programmazione. Capisco la rabbia e la delusione di tanti cittadini perbene che pagano tasse altissime per avere una Reggio pulita e un servizio puntuale ma noi, grazie alla Teknoservice, stiamo lavorando alacremente anche se mancano impianti di smaltimento, termovalorizzatori di ultima generazione che sono una risorsa per il territorio che li ospita. Se non si progetta per il futuro, se tutte le forze del territorio non cooperano per garantire vigilanza, controlli ferrei e soprattutto, una vera programmazione regionale, il problema rifiuti non si risolverà mai”.

    Il dipendente della Teknoservice ci tiene a precisare anche che “non serve bruciare i rifiuti così come è successo la scorsa settimana nel rione Modena-Ciccarello o in altre zone periferiche della città, perché la combustione illecita oltre ad essere un grave reato penalmente perseguibile, arreca grave danno all’ambiente e alla incolumità della salute umana”.
    “La nostra città ha bisogno di un controllo serrato delle forze dell’ordine perché ci sono cittadini che, essendo impuniti, si sentono autorizzati a fare ciò che vogliono – tuona Errante -. Il porta a porta purtroppo, ha fallito: sono poche le persone che differenziano e tanti mischiano i rifiuti non capendo che creano danni seri all’ambiente, alla città, alle tasche di tutti costretti a pagare bollette della Tari molto care – conclude Antonello Errante -. La Teknoservice è venuta a Reggio con camion nuovi, abbiamo un parco macchine con 200 mezzi e tutti i dipendenti che lavorano sul territorio reggino, ogni giorno, si impegnano a pulire e garantire un servizio tempestivo ed efficiente. Ma per far funzionare tale servizio, i cittadini devono differenziare, non abbandonare rifiuti e denunciare alle autorità competenti se vedono illeciti perché solo così possiamo fermare quest’onda di barbarie e menefreghismo, vincendo la nostra battaglia di civiltà”.