• Home / CALABRIA / Campo Calabro: si discute delle sfide del Pnrr

    Campo Calabro: si discute delle sfide del Pnrr

    Le sfide del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per i piccoli comuni : stato dell’arte,opportunità di sviluppo e prospettive possibili per il territorio di Campo Calabro. Questo l’unico punto all’odg del Consiglio Comunale di giovedì 24 febbraio a Campo Calabro.

    Ad ascoltare le relazioni del Sindaco, dell’Assessora alle politiche comunitarie Annalisa Cappelleri e del Vice-sindaco ed assessore alle infrastrutture e urbanistica Alberto Idone, delle minoranze (le liste Campo Calabro Unita e Per amore di Campo Calabro) presente solo il già Sindaco Domenico Idone ed assenti i consiglieri Giuseppe Buda, Antonino Scopelliti, Alessandra Calandruccio . Dopo l’introduzione del Sindaco sulle opportunità per il Comune di Campo date dal PNRR ed una riflessione critica sulle modalità di innesco dei finanziamenti, l’Assessore Annalisa Cappelleri ha fatto una ampia panoramica delle opportunità date dai bandi in scadenza (contratti istituzionali di sviluppo, piani integrati metropolitani, beni confiscati, miglioramento della differenziata, aumento dell’offerta formativa nell’età 0/3 anni , rigenerazione urbana). E’ poi toccato al vice sindaco Idone mettere a fuoco le strategie del comune che sono partite da elementi progettuali di opere già possedute ed esplicitate e già condivise nel documento unico di programmazione. Due quindi gli obiettivi di questo primo trimestre di finanziamenti per il comune di Campo : la riqualificazione dell’intera area Corap nei suoi assi viari e spazi non utilizzati e la rigenerazione urbana : spazi a verde, spazi urbani interclusi, piccoli tratti viari dismessi da ricondurre ad un unicum urbano e sociale andato perso negli anni e al quale l’amministrazione sta già lavorando da tempo. Non è mancato il contributo alla discussione da parte di Domenico Idone, già sindaco del comune ed unico consigliere di minoranza presente. Nel concordare con l’amministrazione circa i primi obiettivi condivisi, si è però soffermato su una strategia di visione che a suo avviso andrà perseguita nei prossimi cinque anni, e dei quali la nuova amministrazione avrà per intero la responsabilità. Si tratta, ha detto Idone, di mettere assieme energie, risorse e passioni tralasciando i narcisismi e le presunzioni singole per raggiungere questi obiettivi. Su sollecitazione dello stesso Idone che ne ha sottolineato l’importanza il Sindaco ha reso una informativa sulla strada a scorrimento veloce Campo Calabro Fiumara San Roberto il cui stato di progettazione è avanzato ed i cui finanziamenti sono stati comunicati quali prioritari dal Governatore Occhiuto. Il Consiglio ha infine disposto con un ordine del giorno l’esposizione della bandiera della Pace quale segno tangibile della comunità di condanna all’aggressione russa allo stato sovrano dell’Ucraina e di aspirazione alla pace come unico strumento per risolvere le controversie internazionali.