• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria – Il PD dell’area Grecanica riparte da Lazzaro Motta San Giovanni

    Reggio Calabria – Il PD dell’area Grecanica riparte da Lazzaro Motta San Giovanni

    I Circoli del PD dell’Area Grecanica uniti ripartono dai territori, recita così il sottotitolo dell’incontro organizzato dai segretari di Bagaladi, Bova Marina, Condofuri, Montebello Jonico, Motta San Giovanni, Palizzi, Roghudi e San Lorenzo.

    L’incontro tenutosi a Lazzaro lunedì 9 agosto presso la Porta dell’Area Grecanica è stato coordinato da Carmen Latella la quale ha spiegato i motivi di questo incontro e manifestato a nome di tutti i Circoli PD il pieno sostegno alla candidata alla presidenza della Regione Calabria Amalia Bruni. A seguire i saluti dei consigliere comunali di minoranza del Comune di Motta San Giovanni: Cogliandro, Mallamaci e Malara. Un’iniziativa voluta dai Circoli e sostenuta dai dirigenti del PD, infatti, hanno partecipato Sebi Romeo, nella veste di coordinatore dell’ufficio di segreteria regionale del Partito Democratico, Nicola Irto e Mimmo Battaglia, candidati del PD alle prossime elezioni regionali del 3 e 4 ottobre p.v., si sono discussi i temi della politica in rapporto ai territori, alla gestione e allo sviluppo degli stessi, nonché della credibilità di persone e proposte se congruenti ai reali bisogni della comunità, che invece delusa e sfiduciata per le tante promesse disattese appare sempre più lontana dalla politica, soprattutto nelle fasce giovanili. A due anni dall’ultimo incontro dopo la pandemia, il desiderio di servire le comunità incarna lo spirito dei convenuti alla riunione, esserci e ripartire nei territori attraverso i principi e i valori del Partito Democratico. Si è altresì discusso del commissariamento del PD calabrese e della assoluta necessità di indire un nuovo congresso per eleggere gli organi di partito a tutti i livelli, regionale, provinciale/metropolitano, locale. Sebi Romeo ha assicurato che entro fine anno si procederà con i congressi, ed ha affermato in merito ai tesseramenti di voler vedere nei vari circoli un numero di tesserati inferiore rispetto a quello precedente, ma reale, in quanto i grandi numeri dei tesserati a volte non corrispondono ai voti scrutinati. “Nella fase meno acuta della Pandemia afferma Romeo, ripartiamo insieme, grazie alla prima di un ciclo di iniziative organizzate dai circoli dell’Area Grecanica. Stasera il dibattito plurale e ricco di idee per il territorio, ci ha indicato la strada da seguire per costruire un Pd di prossimità, inclusivo, democratico ed attento ai cambiamenti, impegnato a costruire una società fondata sulla equità”. Sollecitato dal disastroso incendio dei giorni scorsi che ha incenerito ettari di uliveti, boschi e insediamenti produttivi della zona aspromontana e causato la morte di due persone, Fortunato Pedà, segretario del Circolo PD di Motta San Giovanni e vigile del fuoco ha richiamato le problematiche della mancanza di un unico coordinamento di prevenzione incendi tra i molteplici enti preposti, Regione, Comuni, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Consorzio di Bonifica, Ente Parco, Calabria Verde, le cui responsabilità si sovrappongono a scapito della tempestività e dell’efficacia degli interventi di spegnimento degli incendi. Mario Maesano, segretario del circolo PD di Roghudi, portando i saluti della segreteria del circolo di Bagaladi, Caterina Rossi, assente a causa della dichiarazione della Zona Rossa del suo Comune, ha posto l’accento sui problemi della scuola, auspicando un rientro in presenza ma in sicurezza, in quanto essa svolge un ruolo imprescindibile nell’assicurare il vero sviluppo della società e quindi, anche dei nostri territori. Pertanto, sottolinea la necessità di una riorganizzazione razionale a livello regionale e l’importanza di presentare un piano coinvolgendo nella stesura Docenti e Dirigenti Scolastici, quest’ultimi spesso lasciati soli. Ha inoltre citato Baumann e la “società liquida”, evidenziando le criticità del mancato radicamento dell’ideologia del partito, oggigiorno. “Passare da leader soli e carismatici a gruppi politici capaci di dirigere afferma Mario Maesano, i gruppi politici dovrebbero essere espressione della società civile e non più solo del sistema pubblico e il nostro obiettivo è la ricostruzione di una comunità democratica, attraverso legami che hanno come fondamento lo studio dei problemi, la capacità di ascolto, il rispetto, l’etica della persuasione, obiettivi di eguaglianza e civilizzazione”. I gravi problemi della sanità calabrese ed in particolare quelli relativi all’Ospedale di Melito, sono stati evidenziati da Anna Scordo, segretaria del circolo PD di Bova Marina. Bisogna riconoscere i propri errori e cambiare rotta, senza mollare nelle evidenti difficoltà, accordando piena fiducia all’azione di Nicola Irto, Mimmo Battaglia, Sebi Romeo nell’ottica di una visione collegiale e non autoreferenziale del partito, da sostenere in queste elezioni indossando buone scarpe da tennis, per andare a parlare con la gente e spiegare il perché del voto ai candidati del Partito Democratico. È intervenuto poi Antonino Rodà, segretario del circolo PD di Condofuri, il quale ha condiviso gli interventi che lo hanno preceduto ribadendo che bisogna assumere impegni puntuali in ordine ai problemi atavaci che affliggono le nostre realtà abbandonate da tempo. Hanno concluso i lavori Mimmo Battaglia e Nicola Irto. Nel suo intervento Mimmo Battaglia ha ringraziato i Circoli PD dell’ Area Grecanica per l’ importante occasione di confronto ed ha ribadito il proprio impegno per la crescita di questo territorio. In particolare ha sottolineato l’impegno profuso in questi mesi in sinergia tra il Sindaco del Comune di Montebello Jonico, Maria Foti, la Regione Calabria e l’Autorità di Sistema dello Stretto per l’ acquisizione alla stessa del Porto di Saline, la cui valorizzazione può certamente rappresentare il volano di sviluppo dell’ intero comprensorio. Per quanto riguarda la drammatica situazione della Sanità, secondo Battaglia, va sostenuto e potenziato l’ Ospedale di Melito approfittando anche della somma di 40 milioni di euro messa a disposizione da INAIL nel piano di interventi a favore dell’edilizia sanitaria. Un pensiero, infine, alle famiglie di quanti hanno perso la vita nei giorni scorsi a causa degli incendi. Sul fronte Partito, dopo le Regionali, non è più rinviabile la celebrazione del Congresso Provinciale per assicurare una Segreteria che manca ormai da ben 7 anni. A conclusione dell’incontro il consigliere regionale Nicola Irto ha affermato che «Adesso è arrivato il momento della generosità e dell’impegno. La campagna elettorale che ci aspetta sarà dura e dovremo affrontarla, pancia a terra, per battere un centrodestra che non esiste e che ha provocato enormi danni alla Calabria con il suo ultimo governo». Queste le parole del consigliere regionale Nicola Irto all’incontro “Ripartiamo Insieme”, organizzato dai Circoli Pd dell’Area Grecanica. «Dobbiamo ripartire da incontri come questo, tornare a fare politica dal basso e sui territori, essere un sicuro punto di riferimento per i tanti calabresi che non si riconoscono in questo centrodestra a trazione leghista. La prossima campagna elettorale sarà fondamentale per il futuro della Calabria, ma anche per quello del nostro partito che deve essere ricostruito e accompagnato fuori dai commissariamenti che durano ormai da troppo tempo. Dopo le elezioni regionali dei prossimi 3 e 4 ottobre, alle quali otterremo un grande risultato grazie alla passione con la quale, sono certo, affronteremo i prossimi mesi di battaglia politica, dovrà essere aperta una grande discussione interna che ci accompagni al congresso regionale. In quella sede proseguirà il nostro impegno per immaginare il Pd del futuro, quello che ci rappresenti davvero e faccia dei circoli, degli amministratori locali, dei suoi giovani e della presenza sul territorio la sua spina dorsale».