• Home / CITTA / Reggio Calabria / Il libro “Zero” dello scrittore reggino Giampaolo Passalacqua

    Il libro “Zero” dello scrittore reggino Giampaolo Passalacqua

    Zero racconta il viaggio di un romantico e ostinato protagonista, Alessandro, deciso a fare un esperimento allo scopo di rendere la sua vita più autentica. Egli cerca di dare una spiegazione a una serie di eventi della sua vita che si collocano al limite tra l’assurdo e l’incredibile.

     

    In seguito a una catena di coincidenze, legate alla figura di una donna che rimane evanescente persino durante i loro “incontri”, Alessandro ripercorre la linea del caos che corre tanto nelle esistenze degli uomini quanto nelle pieghe dell’intero universo.

    Tra un riscontro scientifico e un conforto musicale, il protagonista lavora per ritagliarsi un angolo di sogno e di pace nel trambusto di un’esistenza in cui le emozioni sono messe a tacere.

    Emozioni e premonizioni diventano le bussole grazie alle quali si orienta, mentre la musica è il carburante dal quale trae energia. Sono questi gli elementi principali che manipola nel suo “laboratorio” e per questi cambia il punto di vista sugli avvenimenti quotidiani. Ciò che prima poteva sembrare insignificante e banale diventa motivo di riflessione e ricerca, al punto che non distinguerà più il confine tra realtà e fantasia. Anche per questo motivo, chi legge il romanzo può aver l’impressione di leggere una favola.

     

    Giampaolo Passalacqua, nasce a Reggio Calabria 48 anni fa.Attualmente vive e lavora in Emilia Romagna. Come psicologo si occupa soprattutto di problemi legati all’educazione e alla formazione e da alcuni anni insegna nelle scuole superiori. Zero è il suo romanzo d’esordio.