• Home / CITTA / Reggio Calabria / Regione: i lavori della quarta commissione

    Regione: i lavori della quarta commissione

     

    Alla presenza degli assessori regionali, Francesco Sulla (Attività Produttive) e Demetrio Naccari Carlizzi (Bilancio), la quarta Commissione consiliare “Assetto e utilizzazione del territorio – Protezione dell’Ambiente”, presieduta da Antonio Acri, ha dato parere favorevole alla proposta di legge della Giunta “Misure in materia di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili”. L’esame del provvedimento che disciplina le modalità di rilascio dei titoli autorizzativi all’installazione e all’esercizio di nuovi impianti da fonti rinnovabili nonchè interventi di modifica, opere ed infrastrutture connesse, ha impegnato larga parte della seduta odierna.  

    Sono intervenuti ripetutamente i consiglieri Franco Pacenza (Pd), Antonio Borrello (Misto) e Giuseppe Guerriero (Pse).

    L’organismo si è espresso positivamente anche sulla proposta di modifica al comma 6, art.11 della Legge 14 aprile 2004 n. 18, presentata dal consigliere-questore Giuseppe Guerriero. Con questo provvedimento si stabilisce un’ulteriore proroga del termine, già fissato al 31 dicembre prossimo, per la presentazione della domanda di acquisto per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica “affinchè – ha spiegato Guerriero – i soggetti che non hanno ancora potuto riscattare gli alloggi non perdano il relativo diritto. Tale differimento – ha aggiunto – si rende necessario per completare il processo di trasferimento del patrimonio dello Stato ai Comuni e alle Aterp e quindi il conseguente accatastamento immobiliare”.

    Dopo la relazione dell’Assessore Naccari Carlizzi sullo stato dell’arte del sistema dei trasporti in Calabria si sono registrati gli interventi dei consiglieri Franco Pacenza (Pd), Antonio Borrello (Misto), Salvatore Pacenza (Pop. Eur. verso il Pdl) , Giuseppe Guerriero (Pse) Francesco Galati (Nuovo Psi) e Alberto Sarra (An).

    Infine, il vicepresidente Borrello ha chiesto una seduta, alla presenza degli Assessori competenti (Lavori Pubblici, Programmazione nazionale e comunitaria, Ambiente e Bilancio) nonchè dei presidenti dei gruppi consiliari, “interamente dedicata alle iniziative da assumere rispetto agli effetti devastanti provocati dalle avversità atmosferiche che hanno interessato l’intero territorio regionale. La richiesta – ha spiegato – nasce dall’esigenza di verificare in che misura e con quali modalità, la Regione è in grado di farsi carico, sul piano strutturale, in direzione degli investimenti necessari al riequilibrio del dissesto del territorio, fermo restando che la richiesta al Governo centrale di riconoscimento dello stato di calamità, non può essere elemento di intervento esclusivo, piuttosto un canale parallelo che rientra nella responsabilità della Regione”.

    A conclusione dei lavori, il presidente della Commissione ha dichiarato: “Esprimo la massima soddisfazione per il proficuo lavoro svolto dalla Commissione. Oltre ad aver licenziato due provvedimenti importanti, abbiamo aperto un dibattito interessante sulle problematiche del sistema del trasporto pubblico nella nostra regione. Proseguiremo su questa strada, prevedendo una serie di incontri dedicati a tematiche specifiche con la partecipazione di tutti i soggetti istituzionali interessati. Un ringraziamento va anche all’opposizione per il senso di responsabilità e lo spirito collaborativo. Il dibattito sulla legge relativa alla produzione di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili è stato lungo e tortuoso. Siamo riusciti a portarlo a compimento grazie al senso di responsabilità di maggioranza ed opposizione approvando così una legge di regolamentazione del settore energetico attesa da tempo sia dall’imprenditoria che dal mondo del lavoro”.